Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:52

Motomondiale - Rossi cade, trionfa Capirossi

Nel GP di Spagna, il campione del mondo costretto nella MotoGp a rimontare (finisce 14°) dopo essersi scontrato con Elias. Il pilota della Ducati vince sull'esordiente Pedrosa, Hayden, Elias e Melandri, tutti su Honda. In 250 e 125 s'impongono le Aprilia con Lorenzo e Bautista
JEREZ DE LA FRONTERA (SPAGNA) - Apertura stagionale con il botto per Loris Capirossi e la Ducati nel GP di Spagna della MotoGP. Il campione di Borgo Rivola, dopo aver ottenuto la pole position ha poi condotto la gara in testa dal primo all'ultimo metro. Un grande successo per il quasi 33enne pilota imolese che così conferma i grandi progressi fatti dalla «rossa» di Borgo Panigale che è riuscita a resistere anche agli attacchi di una Honda Hrc perfetta, che l'esordiente Dani Pedrosa ha guidato senza sbavatura arrivando anche a pochi centesimi da Capirex, per poi decidere negli ultimi 3 giri quando, forse per stanchezza fisica o per la tenuta delle gomme, ha preferito desistere dall'attaccare l'italiano per accontentarsi di un secondo posto che vale oro. Sul terzo gradino del podio l'altro pilota del team Hrc, lo statunitense Nicky Hayden, quindi le due Honda Fortuna di Toni Elias e Marco Melandri.
E Valentino Rossi? Per il sette volte campione del mondo solo un quattordicesimo posto che sancisce la negatività di questo primo week-end iridato. Abituato a vincere sempre nelle ultime cinque stagioni il Grand Prix d'apertura, Valentino, questa volta, ha sofferto i problemi di una Yamaha Camel «saltellante». Problemi che il «dottore» non ha potuto risolvere al cento per cento, prima per la pioggia del venerdì che lo ha costretto a girare poco e poi sabato la caduta nelle qualifiche. Nonostante tutto ciò, però, Rossi che partiva dalla terza fila solo con il nono tempo, già in partenza si era portato a ridosso del quartetto di testa, ma in ingresso di una curva, Toni Elias, staccando troppo stretto ha toccato la gialla Yamaha numero 46 che è volata in terra. Valentino, per fortuna non è stato investito da nessuno ed è riuscito poi a riprendere ma era in fondo alla fila. Senza la pedana destra e con la leva destra spezzata a metà è comunque riuscito a girare su tempi accettabili recuperando fino al 14° posto che gli consentono di portare a casa due punticini che potrebbero essere importanti al termine della stagione.
Nella quarto di litro, dominio dell'Aprilia con Jorge Lorenzo del team Fortuna primo, davanti all'altra moto di Noale del team Aspar del sanmarinese Alex De Angelis ed alla Honda di Andrea Dovizioso. Lorenzo, partito dalla pole position non ha mai ceduto la testa della corsa, prima battagliando con il compagno di team Hector Barbera e poi allungando decisamente. Dietro, si formava un quartetto che nei giri finali vedeva De Angelis conquistare la seconda piazza, mentre negli ultimi metri il forlivese Dovizioso acciuffava il terzo gradino del podio in sella alla Honda del team Humangest Racing, precedendo il compagno di team Yuki Takahaski e Barbera.
Nella 125, prima vittoria iridata anche per lo spagnolo Alvaro Bautista con l'Aprilia del Team Aspar, al termine di una gara che l'ha visto battagliare sin dai primi giri con il ceko Lukas Pesek in sella alla Derbi. Bautista, però, nei giri finali è riuscito a conquistare un discreto distacco su Pesek che si è accontentato della seconda piazza. Dietro di loro, la lotta per la terza posizione ha visto Mattina Pasini con un'altra Aprilia Aspar avere la meglio sulle Ktm del vice campione del mondo Mika Kallio e dello spagnolo Julian Simon. A seguire altre due Aprilia Aspar, quelle di Hector Faubel e Sergio Gadea. Il campione del mondo in carica, lo svizzero Thomas Luthi, partito dalla 17.a posizione, alle prese con una Honda non ancora a punto, è poi caduto nel corso del 12.o giro.

Classifica della classe MotoGp al termine del Gp di Spagna, prima prova del motomondiale

1. Loris Capirossi (Ita) Ducati 45'57.733 (media: 155.894 km/h)
2. Daniel Pedrosa (Spa) Honda 46'02.108
3. Nicky Hayden (Usa) Honda 46'07.729
4. Toni Elias (Spa) Honda 46'07.868
5. Marco Melandri (Ita) Honda 46'17.280
6. Casey Stoner (Aus) Honda 46'18.970
7. Shinya Nakano (Gia) Kawasaki 46'19.105
8. Kenny Roberts Jr. (Usa) KR211V 46'30.147
9. John Hopkins (Usa) Suzuki 46'30.392
10. Makoto Tamada (Gia) Honda 46'33.716
11. Colin Edwards (Usa) Yamaha 46'35.663
12. Chris Vermeulen (Aus) Suzuki 46'37.247
13. Carlos Checa (Spa) Yamaha 46'40.562
14. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 47'03.499
15. Alex Hofmann (Ger) Ducati 47'21.033

Classifica del mondiale

1. Loris Capirossi (Ita) Ducati 25 punti
2. Daniel Pedrosa (Spa) Honda 20
3. Nicky Hayden (Usa) Honda 16
4. Toni Elias (Spa) Honda 13
5. Marco Melandri (Ita) Honda 11
6. Casey Stoner (Aus) Honda 10
7. Shinya Nakano (Gia) Kawasaki 9
8. Kenny Roberts Jr. (Usa) KR211V 8
9. John Hopkins (Usa) Suzuki 7
10. Makoto Tamada (Gia) Honda 6
11. Colin Edwards (Usa) Yamaha 5
12. Chris Vermeulen (Aus) Suzuki 4
13. Carlos Checa (Spa) Yamaha 3
14. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 2
15. Alex Hofmann (Ger) Ducati 1

Classifica della classe 250 del Gp di Spagna, prima prova del motomondiale

1. Jorge Lorenzo (Spa/Aprilia) 45:57.390 (media 150,139 km)
2. Alex de Angelis (Smr/Aprilia) a 4.919
3. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 8.865
4. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 8.922
5. Hector Barbera (Spa/Aprilia) 9.515

- Classifica mondiale

1. Jorge Lorenzo (Spa/Aprilia) 25 punti
2. Alex de Angelis (Smr/Aprilia) 20
3. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 16
4. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 13
5. Hector Barbera (Spa/Aprilia) 11

Ordine d'arrivo della classe 125 del Gp di Spagna, prima prova di motomondiale

1. Alvaro Bautista (Spa/Aprilia) 41:42.761 (media 146.328 km/h)
2. Lukas Pesek (Rce/Derbi) a 3.072
3. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 6.491
4. Mika Kallio (Fin/KTM) 6.693
5. Julian Simon (Spa/KTM) 6.877

- Classifica del mondiale

1. Alvaro Bautista (Spa/Aprilia) 25 punti
2. Lukas Pesek (Rce/Derbi) 20
3. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 16
4. Mika Kallio (Fin/KTM) 13
5. Julian Simon (Spa/KTM) 11

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione