Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 04:13

Calcio/Serie B - Vincono le prime in classifica

Atalanta e Catania continuano a navigare in testa, mentre il Mantova ha superato al 3° posto il Cesena. Colpaccio in chiave spareggi del Crotone. Zeman perde ancora. Bellucci trascina il Bologna. In coda, l'Albinoleffe vince lo scontro diretto di Catanzaro. Perdono Vicenza, Ternana e Avellino
Vincono le prime tra i cadetti nel 34° turno, Atalanta e Catania continuano a navigare in testa mentre il Mantova ha superato al 3° posto il Cesena. È la giornata soprattutto di Claudio Bellucci, che con una tripletta permette al Bologna di battere l'Arezzo a domicilio, tre reti che portano l'attaccante romano al 2° posto della classifica marcatori con 20 reti. I felsinei sono al 3° risultato utile di fila e con «l'Ulivieri bis» si sono tirati fuori dai guai. Fermato l'Arezzo, che aveva messo insieme 7 risultati positivi consecutivi ed è ora fuori dalla zona play-off, scavalcato dal Torino che ieri ha vinto l'anticipo di Cesena. Bellucci ha aperto le marcature al'11', al 44' il pareggio di Martinetti, nella ripresa (36' e 41') le altre due reti della punta felsinea.
In testa, 7° risultato utile di fila dell'Atalanta che batte il Vicenza (3 ko consecutivi) grazie al gol di Marcolini al 27' della ripresa. Risponde il Catania che si rifà subito del mezzo passo falso del turno precedente contro la Triestina, battendo nettamente la Ternana. Apre Spinesi al 1', dopo 6' è già 2-0 grazie ad un'autorete di Troise. Per la Ternana, reduce da alcuni buoni risultati con Mimmo Caso in panchina, c'è il gol dell'1-2 di Frick al 16'. Nel finale di gara Russo chiude i conti.
Netto successo del Mantova che ne dà 3 all'Avellino ed è ora 3°. Contro la difesa più perforata della B, la squadra di Di Carlo va a rete con Cioffi al 40' del primo tempo (interrompendo il digiuno di gol arrivato a quota 343'), quindi Graziani al 28' e Poggi al 36' della ripresa: le due punte ringraziano così il tecnico per la fiducia nonostante il periodo no. Cade il Brescia di Zeman a Modena, nonostante il vantaggio di Bruno al 45' del primo tempo e l'assenza del bomber di B Bucchi tra gli emiliani. Ci pensa però Asamoah, che entra al 1' della ripresa e segna le due reti che stendono i lombardi. I «canarini» sono in ripresa ma è forse troppo tardi per guardare alla zona play-off.
Colpaccio in chiave spareggi del Crotone, che vince a Pescara e continua la ricorsa. Tutti i gol nel 2° tempo: Vigna apre per gli adriatici, a 10' dal termine pareggia Konkò e nel recupero Pellè segna l'1-2 che permette di mantenersi a -5 dalla zona spareggi.
In coda, l'Albinoleffe vince lo scontro diretto di Catanzaro. Calabresi in vantaggio con il solito Corona, ma la squadra di Mondonico pareggia nel finale di 1^ tempo con Salgado, prima di affondare i giallorossi (4ª sconfitta consecutiva) con Belingheri e Iacopino nella ripresa. Il Bari vince per la 3ª volta di fila allungando a +8 sulla zona play-out. Contro il Rimini (che non vince da 12 giornate) decide Pianu al 15' della ripresa.
Infine, a Verona, nel «Bentegodi» deserto per la squalifica dovuta a fatti razzisti, la Triestina alle prese con la crisi societaria si impone 2-0 grazie a Eliakwu e Borgobello. Lunedì posticipo Piacenza-Cremonese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione