Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:44

Bari calcio, settimana decisiva per la vendita

BARI – Con l’arrivo delle scadenze per l'iscrizione al campionato e delle comproprietà, la trattativa per la possibile vendita del Bari Calcio vivrà la prossima settimana il passaggio cruciale. Mercoledì è previsto un nuovo incontro tra i consulenti e, se ci sarà il via libera sui passaggi tecnici della cessione, sabato prossimo ci potrebbe essere la riunione – con Antonio Matarrese da una parte per la proprietà e Paolo Montemurro (nella foto) per la cordata di acquirenti dall’altra – nella quale discutere le modalità finali di un possibile accordo
Bari calcio, settimana decisiva per la vendita
BARI – Con l’arrivo delle scadenze per l'iscrizione al campionato e delle comproprietà, la trattativa per la possibile vendita del Bari Calcio vivrà la prossima settimana il passaggio cruciale. Mercoledì è previsto un nuovo incontro tra i consulenti e, se ci sarà il via libera sui passaggi tecnici della cessione, sabato prossimo ci potrebbe essere la riunione – con Antonio Matarrese da una parte per la proprietà e Paolo Montemurro per la cordata di acquirenti dall’altra – nella quale discutere le modalità finali di un possibile accordo.

E' questo il calendario predisposto dopo l’incontro di stamattina tra consulenti (ma alla fine si è aggiunto anche Montemurro) nel quale sono state analizzate più opzioni per blindare il debito dell’attuale proprietà nei confronti dell’erario. Non è stata preferita alcuna strada e si è concordato di aggiornare la discussione alla riunione di mercoledì prossimo. Superato questo scoglio, la famiglia Matarrese e la cordata di Montemurro potranno arrivare a discutere del prezzo del club, e in quel caso non si potrà non tenere conto delle conseguenze dei deferimenti legati al calcioscommesse ricevuti dal Bari e dal capitano Francesco Caputo.

Per tirare le somme della trattativa i tempi saranno ristretti. Allo stato il club è senza allenatore e con il direttore sportivo Guido Angelozzi in scadenza di contratto il 30 giugno: la scelta della panchina e di un responsabile delle strategie sportive sono due nodi da sciogliere per prefigurare la programmazione del prossimo torneo. Infine c'è il nodo comproprietà: il Bari deve discutere di ben sei compartecipazioni (Crimi, De Falco, Sabelli, Romizi, Bellomo e Fedato). La conferma di alcuni di questi giocatori potrebbe rappresentare un punto di partenza su cui allestire l’organico futuro della squadra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione