Cerca

La Yamaha si affida a Rossi per frenare gli avversari

Nel prossimo fine settimana torneranno a Jerez per difendere il titolo iridato della MotoGP. Il campione del mondo si appresta a difendersi da un gruppetto agguerrito di giovani talenti. La Honda punta soprattutto su Melandri. La Ducati in cerca di conferme. Si parte domenica: diretta tv su Italia 1
Il Motomondiale di velocità della classe MotoGP riparte dall'Andalusia con il Gran Premio di Spagna il 26 marzo sulla pista di Jerez de la Frontera. Tra le quattro tempi il re incontrastato da quattro stagioni e cioè da quando la MotoGP ha preso il posto della 500 cc. come classe regina è lui, Valentino Rossi. Il pesarese è stato il grande traghettatore vincendo l'ultimo iride nella mezzolitro nel 2001 e succedendo sempre a se stesso per quattro anni dal 2002 al 2005. In questo periodo di precampionato, del «Dottore» si è parlato spesso anche come possibile protagonista del Mondiale di Formula 1, visti i suoi test alla guida della Ferrari.
Il 2007, per molti, sarebbe l'anno dello storico passaggio, intanto, però, Valentino è e resta il favorito numero uno per la MotoGP 2006, sempre con la sua Yamaha che adesso si è tinta di giallo con l'arrivo dello sponsor tabaccaio Camel. Un arrivo che segna anche l'arrivederci di un grande protagonista come Max Biaggi, grande rivale di Rossi rimasto appiedato dopo la rottura con Honda al termine della passata stagione. Valentino Rossi ed il Camel Yamaha Team, quindi, il prossimo fine settimana torneranno a Jerez per difendere il titolo iridato della MotoGP.
Sarà una sfida notevole, per la Casa, ripetere i successi del 2005 - la conquista della quinta corona di Campione del Mondo, nella classe regina, per Valentino Rossi e dei due titoli, Costruttori e Team, per la Yamaha nell'anno del suo 50esimo anniversario - ma il team si appresta alla nuova campagna con ottimismo e rinnovate motivazioni. Valentino Rossi quest'anno si appresta a difendere il titolo iridato da un gruppetto agguerrito di giovani talenti in arrivo dalla 250cc e dalla Superbike. Dani Pedrosa (Honda), Casey Stoner (Honda), Randy de Puniet (Kawasaki) e Chris Vermeulen (Suzuki) hanno tutti dimostrato di aver compiuto rapidi progressi durante i test pre-stagionali e Rossi guarda volentieri alla fresca sfida rappresentata dalle nuove leve.
«Quest'anno i miei rivali principali sono cambiati, la loro età media è molto più bassa ed io dovrò scoprire i loro punti di forza e i loro punti deboli», ha dichiarato Valentino. «Ho seguito la carriera di Dani Pedrosa con molta attenzione sin da quando correva in 125cc, e mi ha sempre impressionato. Mi aspetto che vada forte fin dalla prima gara. Oltre a lui sono tanti i piloti, le moto e le squadre che si sono dimostrate competitive in varie fasi dei test pre-stagionali e spero che questo si traduca in qualche bella battaglia in pista per il piacere dei tifosi!».
Se Rossi dovesse aver bisogno di ulteriori motivazioni per puntare ad inaugurare dal primo gradino del podio la lotta per la difesa del suo quinto titolo, c'è da difendere anche il suo impressionante record di vittorie che riguarda proprio la gara di apertura del mondiale. Non meno di cinque successi nel primo round delle ultime stagioni hanno condotto ad altrettante vittorie finali dell'italiano che, tuttavia, dopo i recentissimi test a Jerez avverte che c'è bisogno di ulteriore lavoro per migliorare il rendimento della YZR-M1 2006 sulla pista spagnola. «Dobbiamo trovare maggior grip sulla gomma quando è in piega,' spiega. 6Durante i test la nostra velocità in curva, in certi posti, era notevolmente più bassa del solito e quindi, quello che abitualmente è un vantaggio con la Yamaha, in quel caso diventava l'opposto. Ad ogni modo i nostri ingegneri hanno verificato quello che è successo ed hanno un gran numero di dati e informazioni per sistemare questa cosa in vista della gara. Io ho fiducia in loro, in Jeremy Burgess e nella Michelin e soprattutto so che quando possiamo sfruttare la moto al 100%, come a Barcellona, la M1 è la migliore dello schieramento. Tra l'altro io amo correre in Spagna dove ho tanti tifosi e quindi guardo sempre volentieri alla gara di Jerez!».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400