Cerca

Squalifiche - Bolano e Couto del Parma salteranno la gara di Lecce

Coppola del Messina sanzionato (tre turni) per aver colpito il medico sociale del Lecce. Inibito il ds salentino Angelozzi fino al 27 marzo. In B, una partita a Esposito e Candrina (Bari) e a Helguera (Vicenza). In C1, stop per Cardinale (Martina); in C2, per Morello (Potenza) e per Librizzi e Sassarini (Andria)
MILANO - Tre giornate di squalifica e l'ammonizione con diffida sono state inflitte dal giudice sportivo al giocatore del Messina Carmine Coppola che al termine della gara vinta dai siciliani con il Lecce, al rientro negli spogliatoi, aveva colpito il medico sociale della squadra avversaria. Una giornata di squalifica e 2.500 euro di multa invece per Gennaro Gattuso (Milan), espulso durante la gara di Torino con la Juventus.
Inoltre altri 15 giocatori di serie A sono stati squalificati, tutti per un turno, in relazione alle gare della decima giornata di ritorno. Si tratta di Chivu e Mexes (Roma), Bolano e Couto (Parma), Chiellini (Juventus), Di Canio (Lazio), Donati e Zanchi (Messina), Parola (Ascoli), Passoni (Livorno), Portanova (Siena), Stam (Milan), Stankovic (Inter), Terlizzi (Palermo) e Valdez (Treviso). Il dirigente del Lecce Angelozzi è stato inibito fino a tutto il 27 marzo prossimo.
Questo l'elenco dei diffidati: Nesta (Milan), Comotto e Cristiano (Ascoli), D'Anna e Semioli (Chievo), D'Aversa (Siena), Dabo (Lazio), De Rosa (Reggina), Vannucchi (Empoli), Barreto (Udinese), D'Agostino (Messina) e Camisa (Lecce).
Per quanto riguarda le ammende alle società spiccano quelle inflitte al Milan (15 mila euro con diffida) e alla Roma (8 mila 500 euro) motivate da lancio di petardi nei settori occupati dai tifosi avversari col ferimento di uno spettatore nel primo caso e in generale concretamente pericolosi per l'incolumità pubblica.

Il giudice sportivo ha squalificato in serie B per due giornate Jadid (Pescara) e per un turno Esposito e Candrina (Bari), Perna e Chiappara (Modena), Gori (Albinoleffe), Helguera (Vicenza), Rigoni e Patrascu (Piacenza), Bombardini (Atalanta, con ammenda di 750 euro), Bianco (Catania), Capuano (Bologna), D'Andrea e Fusco (Avellino) e Gorgone (Triestina).
I giocatori diffidati sono Cacia e Degano (Piacenza), Carrozzieri (Arezzo), Poloni (Albinoleffe), Cascione (Rimini), Caserta (Catania), Dedic e Iorio (Cremonese), Possanzini (Brescia), Corvia (Ternana), Aquilanti (Pescara), Doga (Mantova), Konko e Piocelle (Crotone) e Zauli (Bologna). Ammonizione e ammenda di 500 euro a Cecere (Avellino).
Queste le ammende inflitte alle società: 8.000 euro alla Cremonese, 3.000 euro al Catanzaro, 2.500 euro al Bari, 2.000 all'Atalanta, 1.750 euro al Catania, 1.500 euro al Mantova, 1.250 euro all'Avellino e al Brescia, 1.000 euro al Crotone e al Modena.
Per la «sistematicità dei cori razzisti e la recidiva specifica», il Verona dovrà giocare la prossima partita casalinga a porte chiuse: lo ha deciso oggi il giudice sportivo. Nel corso della gara contro il Modena, «i tifosi del Verona intonavano sistematicamente cori caratterizzati da significato di discriminazione razziale nei confronti di un calciatore avversario ogni volta». Il giudice sportivo ha sottolineato che si tratta di comportamenti già sanzionati tre volte nel corso della stagione e ha quindi inflitto alla società scaligera l'obbligo di disputare un gara a porte chiuse.

Il giudice sportivo Giuspepe Quattrocchi, in merito alle gare della nona giornata di ritorno del campionato di C1, ha squalificato per due giornate Rinaldi (Juve Stabia) e per una Bianchini, Consonni (Grosseto), Danucci (Sangiovannese), Pignotti, Virdis (Chieti), Castaldo, Taccucci (Juve Stabia), Gerardi (Lucchese), Cardinale (Martina), Consonni (Massese), Boccaccini (Pistoiese); Panetto (Torres). Tra le società ammende Pisa, Lucchese (2.000 euro), Pistoiese (1.500 euro), Napoli (1.000 euro), Foggia (500 euro), Acireale, Chieti, Perugia (300 euro), Juve Stabia (200 euro).

In C2, una giornata fermati Maury (Benevento), Librizzi (Andria), Morello (Potenza), Mengo (Latina); Moschella (Rende), Sassarini (Andria), Cangini (Cisco Roma); Palma (Igea Virtus), Fascetto (Modica), Piemonte (Nocerina). Tra le società ammende a Taranto (1.200 euro), Vigor Lamezia (400 euro), Pro Vasto (300 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400