Cerca

Riparte il circo di Formula 1 - Domenica Gp del Bahrain: le 2 Ferrari in pole

Il tedesco Michael Schumacher primo sulla griglia di partenza della prima corsa della nuova stagione. In seconda, il brasiliano Felipe Massa. In tv: alle 12,20 su RaiUno ed alle 16,05 su Italia 1 (trasmissione "Grand Prix")
Automobilismo Fromula 1 - Michael Schumacher in Bahrain SAKHIR (Bahrain) - La Ferrari come la Fenice, Schumi come Senna. Il Gp del Bahrain, che domani aprirà il Mondiale 2006 di Formula 1, comincerà nel segno della Ferrari. Michael Schumacher partirà davanti a tutti e al suo fianco, in prima fila, scatterà l'altra rossa, guidata dal brasiliano Felipe Massa.

La 248 F1, l'ultima creatura di Maranello, ha dominato le qualifiche che oggi hanno debuttato con il nuovo sistema ad eliminazione. Schumi partirà in pole per la 65ª volta in carriera, eguagliando il primato stabilito da Ayrton Senna. «È un traguardo che ho raggiunto dopo tanto tempo e tanto duro lavoro», dice Schumi. La soddisfazione per il record è enorme. Maggiore, però, è l'entusiasmo per aver riportato la rossa al "suo" posto. «Siamo davanti a tutti, siamo una posizione che non occupavamo da troppo tempo. Sono contentissimo per tutti i ragazzi che hanno lavorato tanto: siamo rinati, come la Fenice».
Il 2005, un anno nero per il Cavallino, sembra appartenere al passato. «La scorsa stagione abbiamo sofferto tantissimo, per questo il risultato di oggi è ancor più importante».

Non è il caso di sbilanciarsi, ma l'obiettivo degli uomini in rosso è chiaro. «Vogliamo riprendere la striscia vincente che si è interrotta lo scorso anno. Per tutto l'inverno abbiamo lavorato in maniera molto intensa. Nei mesi passati avevamo la sensazione che il nostro pacchetto fosse estremamente valido. Adesso abbiamo avuto la conferma», dice Schumi.

Alla rinascita della Ferrari ha contribuito in maniera determinante anche Felipe Massa. Il brasiliano ha cominciato nel migliore dei modi la sua avventura: in pole virtuale per qualche minuto, prima del secondo tempo finale. «Sono felicissimo - dice il 25enne di San Paolo -, è un risultato eccellente per me e per la squadra». La giornata dell'erede di Rubens Barrichello è stata strepitosa, ma non perfetta. «In effetti - dice Massa in un eccesso di perfezionismo - avrei potuto andare anche meglio: Nella fase cruciale delle qualifiche sono stato rallentato dalla Renault di Giancarlo Fisichella. Mi ha frenato e mi ha tolto la possibilità di conquistare la pole». Poco male, visto che davanti a tutti ci sarà comunque una rossa. Domani bisognerà confermare tutto ciò che la 248 F1 ha mostrato in prove libere e qualifiche. La prudenza, soprattutto in una gara insidiosa come quella del Bahrain, è d'obbligo.

«Tutto è possibile», esordisce Ross Brawn, direttore sportivo della Ferrari. L'ottimismo che si respira ai box, però, è motivato. «Prima dell'ultimo segmento di qualifiche - spiega - avevamo due possibilità: potete anche non credermi, ma abbiamo scelto la soluzione più prudente. Avremmo potuto essere più aggressivi, non lo abbiamo fatto ed è meglio così». L'esito del Gp dipenderà anche dal rendimento delle gomme Michelin, montate dai principali avversari della Ferrari. «Non sappiamo che mescole sceglieranno gli altri, non possiamo sapere come renderanno le coperture degli altri».

Jean Todt, direttore generale della Ferrari, aggiorna con soddisfazione l'archivio? «Era dal Gran Premio dell'Ungheria del 2004 - dice - che non riuscivamo a piazzare entrambe le vetture sulla prima fila della griglia. Sono particolarmente felice per Michael, che oggi ha eguagliato il record delle pole position di Ayrton Senna, e per Felipe, che mai aveva ottenuto la prima fila».

«Naturalmente - prosegue - resta da affrontare la parte più importante del weekend, vale a dire la gara. Ci attendono 57 giri da percorrere e tante situazioni da gestire. Il fattore determinante sarà innanzitutto l'affidabilità. Se è vero che è presto per trarre delle conclusioni, è altrettanto vero che possiamo dire a ragion veduta di disporre di un pacchetto competitivo ai massimi livelli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400