Cerca

Calcio/Serie B - Il Cesena sbanca Bari

Gara rocambolesca al San Nicola. Gli ospiti vanno in vantaggio con Morabito. I biancorossi recuperano (Ganci) e ribaltano (Pagano). Nella ripresa, succede tutto nei primi cinque minuti: vanno a segno Salvetti e Bernacci, che fissano il punteggio sul 3-2. La gara finisce di fatto con l'espulsione di Michele Anaclerio
Bari CesenaBARI-CESENA 2-3 (2-1)

BARI(4-4-2): Gillet, Bellavista, Brioschi, Pianu, M. Anaclerio, Pagano, Gazzi, Goretti (13' st Anaclerio L.), Carrus, Ganci (18' st Vantaggiato), Santoruvo. (22 Spadavecchia, 24 Micolucci, 25 Fusani, 10 La Vista, 28 Candrina). Allenatore: Carboni.
CESENA (4-3-3): Turci, Rea, Zaninelli, Ficagna, Mengoni, Solvetti, Rossetti, Morabito (44' st Fattori), Ferriera Pinto (33' st Papa Waigo), Bernacci, Piccoli (38' st Ferrini). (16 Foiera, 13 Bova, 17 Bracaletti, Chiaretti). Allenatore: Castori.
Arbitro: Tombolino di Ancona.
Reti: nel pt 6' Morabito, 26' Ganci, 33' Pagano; nel st 2' Salvetti, 5' Bernacci.
Recupero: 0' e 4'.
Ammoniti: Mengoni e Ganci per gioco falloso, Bernacci e Zaninelli per proteste, Carrus per simulazione.
Espulso: Michele Anaclerio per gioco falloso al 31' st.
Angoli: 6-1 per il Bari.
Spettatori: 4.716 (1.622 paganti, abbonati 3.094) per un incasso di 31.073,00 euro (18.047,00 per la quota paganti, 13.026,00 per la quota abbonati).

BARI - «Un brutto scivolone, da dimenticare in fretta»: il tecnico del Bari, Guido Carboni, ha così commentato a caldo la sconfitta interna con il Cesena (la quarta stagionale). «E' stata una bella batosta - ha proseguito nell'analisi l'allenatore dei pugliesi -, avevamo raddrizzato la partita nel primo tempo, poi nella ripresa in 2' abbiamo compromesso tutto. Peccato perché i miei giocatori avevano preparato bene la sfida ed erano molto carichi».
Nel primo tempo, tuttavia, il Cesena aveva subito imposto la propria supremazia territoriale ed il Bari ha impiegato un quarto d'ora prima di registrare il centrocampo: «Con Pagano a sinistra - ha aggiunto Carboni - abbiamo trovato una buona quadratura; Goretti? L'ho schierato per frenare Salvetti e nel primo tempo, nel complesso, avevamo dato prova di riuscire nell'impresa più difficile, riequilibrando la gara dopo l'eurogol di Morabito. L'espulsione di Michele Anaclerio è stato invece un provvedimento troppo severo, spiegabile solo come conseguenza del caso Totti».
Il Bari ha conservato un discreto vantaggio sulla zona calda, ma Catanzaro e Cremonese hanno dato concreti segnali di ripresa: «Abbiamo cinque punti sull'Avellino - ha concluso il toscano - ma guai a cullarsi. La classifica resta molto deficitaria. Dovremo andare a cercare punti pesanti già sabato prossimo a Bergamo contro l'Atalanta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400