Cerca

Annullata dalla Disciplinare la squalifica ad Adriano

Accolto il ricorso dell'Inter avverso alla squalifica di due giornate comminata dal giudice sportivo mediante la prova tv. Motivazione: le immagini non chiariscono in maniera inequivoca se ci sia stato atto violento da parte dell'attaccante brasiliano nei confronti del livornese Grandoni
MILANO - La Commissione Disciplinare ha accolto il ricorso presentato dall'Inter e ha annullato la squalifica di due giornate inflitta al giocatore brasiliano con la prova televisiva dal giudice sportivo. Secondo la Disciplinare, «nessuna immagine coglie direttamente l'impatto della mano sul viso dell'avversario» e la lieve rotazione verso destra della testa di Grandoni «non può costituire un elemento di prova certo e inequivoco». Pertanto, «il colpo inferto alla mano, unica certezza offerta dalle immagini televisive, non può ritenersi idoneo a integrare gli estremi di atto violento».
E' stata quindi accolta la tesi difensiva dell'Inter, espressa dall'avvocato Adriano Raffaelli, secondo la quale il gesto di Adriano non poteva essere definito violento e quindi non c'erano i presupposti per l'utilizzo della prova televisiva.
La Disciplinare conferma infatti che «non si può affermare, da un punto di vista oggettivo, che la condotta addebitabile (con certezza) ad Adriano fosse idonea a ledere l'integrità fisica di Grandoni e che, da un punto di vista soggettivo, l'Adriano perseguisse tale fine». Pertanto, la commissione ha deciso di cancellare le due giornate di squalifica al giocatore brasiliano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400