Cerca

Basket, Enel-Brindisi dopo sette sconfitte ecco il pareggio utile

BRINDISI – Doveva essere uno scontro salvezza e difatti, per l’Enel Brindisi è stata la gara utile, dopo sette confitte consecutive, per centrare, con il conforto della matematica, la permanenza in serie A. Viceversa, per l'Angelico Biella, la sconfitta al PalaPentassuglia, ha sancito la retrocessione sicura.
Basket, Enel-Brindisi dopo sette sconfitte ecco il pareggio utile
BRINDISI – Doveva essere uno scontro salvezza e difatti, per l’Enel Brindisi è stata la gara utile, dopo sette confitte consecutive, per centrare, con il conforto della matematica, la permanenza in serie A. Viceversa, per l'Angelico Biella, la sconfitta al PalaPentassuglia, ha sancito la retrocessione sicura. 

I biancoazzuri dominano e convincono, eccezion fatta per qualche momento di black-out, alla fine si portano a casa i due punti con 7 di distacco, dopo aver raggiunto però dopo l'intervallo lungo anche un vantaggio di 15. Il primo quarto inizia con la curva degli ultras che non fa il tifo per protesta. L’Enel va avanti 14-8 al quinto, ma si lascia riprendere e superare (18-20), per poi chiudere sul 29-26 grazie ad una bomba da lunghissima distanza di Gibson. 

Brindisi si riporta a +7 in apertura di seconda frazione, ma Biella non cede e approfitta delle difesa blanda degli uomini di Bucchi per tenersi al passo. A sprazzi si rivede il miglior Scottie Reynolds, e anche Robinson finalmente ritrova la via del canestro, dopo una serie di partite negative. Nel terzo quarto a Brindisi tocca il +15. 

Il PalaPentassuglia torna ad applaudire, si risentono i cori che inneggiano alla squadra e le polemiche in casa Enel sembrano archiviate. Tutt'altra storia per Biella che, non riuscendo a vincere, ha dovuto abbandonare dopo dodici anni il piano superiore della pallacanestro Nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400