Cerca

Basket, «Enel» Brindisi perde ad Ancona 86-93

ANCONA – Partita al cardiopalma per Sutor Montegranaro che sul parquet del Palarossini di Ancona riesce a conquistare la vittoria nella gara contro Enel Brindisi. Dopo tre frazioni giocate al massimo della tensione e del ritmo, i locali rischiano di vedersi strappare l’alloro dagli ospiti, ma con l’ultimo colpo di coda riescono comunque a portare a casa i due punti fondamentali nella classifica per cercare la salvezza.
Basket, «Enel» Brindisi perde ad Ancona 86-93
ANCONA – Partita al cardiopalma per Sutor Montegranaro che sul parquet del Palarossini di Ancona riesce a conquistare la vittoria nella gara contro Enel Brindisi. Dopo tre frazioni giocate al massimo della tensione e del ritmo, i locali rischiano di vedersi strappare l’alloro dagli ospiti, ma con l’ultimo colpo di coda riescono comunque a portare a casa i due punti fondamentali nella classifica per cercare la salvezza.

Nella prima frazione la formazione marchigiana non è particolarmente brillante e anzi di fatto subisce il gioco dei brindisini che entrano subito in partita cercando le falle nella difesa dei gialloblù. Nei primi minuti a essere avanti sono gli ospiti, poi fermati dal provvidenziale Cinciarini (7-7), ma per i locali si tratta di una corsa a ostacoli tanto che Brindisi riesce ad allungare, grazie alla coppia Simmons e Gibson sul 13-22. I ragazzi di coach Recalcati riescono però a reagire e approfittando del calo di Brindisi riescono ad equilibrare il primo parziale: 22-24.


Nel secondo quarto la squadra di casa sbaraglia completamente la formazione pugliese toccando il +11. Protagonista del parquet Di Bella, che non perde occasione per cercare la fuga. Al 13' il tabellone scandisce il 33-30 che obbliga coach Bucchi al time out. Brindisi sbanda e perde lucidità e Montegranaro, acclamatissima, ne approfitta segnando al 18' il +11 con Cinciarini che scuote gli spalti. Riacquista lucidità la squadra ospite riuscendo a ridimensionare il gap: 49-40 alla seconda sirena.


Al rientro dalla pausa lunga il ritmo dei padroni di casa aumenta tanto da destabilizzare completamente gli ospiti e da meritare la standing ovation dagli oltre duemila sugli spalti. Al 26' i gialloblù segnano il traguardo del +21 che assicurano la squadra veregrense verso il terzo parziale. I pugliesi tentano invano più volte di reagire ma la cortina gialloblù si alza puntualmente a sbarramento, fino al 29' quando gli ospiti riescono a risalire a -10. Terzo parziale: 72-58.


I due punti della gara casalinga servono a Montegranaro e si vede. Per contro Brindisi sembra esausta e non riesce a sostenere la 'cattiverià dei locali, salvo che a 5' dalla sirena comincia inesorabile a riprendere la concentrazione e a recuperare lo scarto arrivano a 1' dalla fine a -4 (85-81) e a mettere in seria difficoltà i locali che vanno in totale confusione. 

Di Bella alla lunetta riesce a incassare 2 punti, ma Brindisi risponde con una tripla (87-85). Ripete Slay sotto canestro, aggiunge due punti e Brindisi chiede il time out. Istanti al cardiopalma per i casalinghi che rischiano di vedersi sfilare di mano la vittoria dai Brindisini, complice forse la stanchezza di una gara sostenuta. Sul fil di sirena a infilare l'ultima doppia è Panzini: chapeau a Montegranaro, 93-86.

A fine partita scambio di battute tra la tifoseria di Brindisi e i parquet con momenti di tensione che hanno richiesto anche l’intervento delle forze di polizia per calmare gli animi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400