Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:07

Il cuore di Castellana  vola oltre l’ostacolo Vibo ko al tiebreak

di GIANLUCA CASCIONE
CASTELLANA - Fumata bianca al Pala Grotte. E la Mater continua a sognare. I baresi si impongono in gara-1 dei playoff di pallavolo maschile mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Tra tre giorni potranno giocarsi il primo match-point in Calabria e, nel caso in cui dovesse arrivare un risultato negativo, ci sarebbe comunque l’opportunità di disputare la «bella» nuovamente tra le mura amiche. Bcc-Nep insomma sempre più sovrana del Mezzogiorno. Ma quanta sofferenza per avere la meglio al tiebreak
Il cuore di Castellana  vola oltre l’ostacolo Vibo ko al tiebreak
CASTELLANA-VIBO 3-2

BCC-NEP NEW MATER CASTELLANA: Falaschi 5, Sabbi 30; Alex Ferreira 7, Casoli 7; Yosifov 10, Cester 13; Ricciardello (L); Elia, Dolfo 6, Stivachtis. Non entrati: Paparoni (L), Menzel, Marco Ferreira. Allenatore Gulinelli
TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Coscione 1, Klapwjick 8; Badawi 8, Urnaut 17; Barone 9, Buti 12; Farina (L), Cortellazzi, Kaliberda 9, Rocamora, Lavia 1, Forni. Non entrato: Montesanti (L). All. Blengini
ARBITRI: Ilaria Vagni di Perugia e Simone Santi di Città di Castello (PG)
PROGRESSIONE SET: 27-25 (7-8, 14-16, 21-18 in 29’), 25-21 (7-8, 14-16, 21-20 in 26’), 21-25 (5-8, 10-16, 18-21 in 26’), 24-26 (8-5, 16-14, 21-19 in 30’), 15-13 (4-5, 10-9, 11-12 in 17’) per un totale di due ore e otto minuti
note: BATTUTE VINCENTI: Castellana 0, Vibo Valentia 4 (Kaliberda, Klapwijk 2). BATTUTE SBAGLIATE: Castellana 31 (Sabbi 11), Vibo Valentia 21 (Urnaut 6). RICEZIONE: Castellana 58% positiva, 31% perfetta, errori 4/89 (Alex Ferreira 3), Vibo Valentia 64% positiva, 46% perfetta, errori 0/81. ATTACCO: Castellana 51%, 67/131 punti (Sabbi 29), Vibo Valentia 38%, 51/133 punti (Urnaut 16). MURI: Castellana 11 (Yosifov 4), Vibo Valentia 10 (Barone 4). SPETTATORI: 1400 per un incasso di 15.000 euro circa.
MVP: Giulio Sabbi (Castellana). 

CASTELLANA - Fumata bianca al Pala Grotte. E la Mater continua a sognare. I baresi si impongono in gara-1 dei playoff mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Tra tre giorni potranno giocarsi il primo match-point in Calabria e, nel caso in cui dovesse arrivare un risultato negativo, ci sarebbe comunque l’opportunità di disputare la «bella» nuovamente tra le mura amiche. La Bcc-Nep sempre più sovrana del Mezzogiorno. Ma quanta sofferenza per avere la meglio sui «cugini» meridionali. È sempre Sabbi il trascinatore (31 punti). Giornata sottotono, invece, in banda, con Casoli senza punti nel terzo e nel quarto set e Alex Ferreira spentosi molto presto. Positivi gli ingressi di Stivachtis e Dolfo.

LA CHIAVE DEL MATCH - Troppe le battute sbagliate dalla Mater: in totale saranno trentuno e nemmeno un ace all’attivo. Inizio difficile, crescendo in corso d’opera. Non è andata così solo la stagione della squadra. Anche ieri nei primi due parziali la Bcc-Nep ha rincorso i minimi vantaggi della Tonno Callipo spuntandola nel finale. Coach Gulinelli indovina due mosse: nel primo set lascia il servizio a Dolfo che aiuta a cogliere un break importante, nel secondo sostituisce Falaschi, molto teso e ancora indebolito dall’influenza, con il greco Stivachtis. Gli stessi cambi, per, non sortiscono gli effetti sperati nel terzo parziale in cui emergono gli ospiti trascinati da Kaliberda. Più equilibrato il quarto set nonostante il buon allungo locale (9-6) annullato da Urnaut. La tensione si taglia a fette nel tiebreak: decide il solito Sabbi. 

GIULIO SABBI E MARCO FALASCHI - Dopo oltre due ore di gioco gli atleti sono sfiniti. Ma c’è voglia di esultare. «È stata una maratona - ammette Sabbi, il migliore in campo - ma alla fine l’abbiamo spuntata. Non è entrata per niente la battuta e non so spiegarmi il motivo. Paura di perdere? Non proprio. Però siamo stati vicini a non vincere una partita che sembrava essere nostra. Alla fine abbiamo giocato meglio e siamo riusciti a portare a casa la vittoria». «Non sono riuscito ad esprimermi bene - il pensiero del palleggiatore gialloblu - ma da domani mi rimetto sotto: voglio essere in forma per gara-2». 

TRASFERTA A VIBO - Gli Ultras della Mater si sono mobilitati già da qualche giorno. Domenica al PalaValentia i sostenitori gialloblu cercheranno di arrivare in massa per sospingere i loro beniamini all’impresa. Dopo il doppio successo in campionato è arrivato successo anche nel terzo «derby del Sud». Senza giocare d’azzardo, si può calare il poker. C'è Trento in attesa. 

Gianluca Cascione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione