Martedì 14 Agosto 2018 | 17:30

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Undici denunciati per gli striscioni esposti in Roma-Livorno

Alcuni di loro con precise imputazioni di carattere penale per ostentazione di simboli e scritte ignobili inneggianti al nazifascismo. Il ministro dell'Interno, Pisanu: «D'ora in avanti se saranno esposti striscioni come quelli dell'Olimpico le partite saranno sospese»
ROMA - «Sono undici le persone denunciate per gli striscioni esposti durante la partita Roma-Livorno, di cui 4-5 di loro con precise imputazioni di carattere penale per ostentazione di simboli e scritte ignobili inneggianti al nazifascismo». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Giuseppe Pisanu sottolineando che «ci sono tutti gli elementi per condannare i responsabili da tre mesi a un anno».
Da parte delle forze dell'ordine c'è stato un atteggiamento «di prudenza» perché si era creata una «situazione di tensione» che avrebbe potuto sfociare «in un'esplosione di contrasto». Così il ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu ha ribadito il perché le forze dell'ordine non sono intervenute per rimuovere gli striscioni nazifascisti esposti in curva Sud in occasione di Roma-Livorno.
Ma, ha subito assicurato il ministro, tale situazione non si ripeterà più e se accadrà di nuovo le partite verranno sospese. «Erano state trovate sei bombe molotov, e si parlava addirittura di dodici. C'era anche da parte di alcuni gruppi una predisposizione alla violenza, come hanno dimostrato anche alcuni striscioni sollevati durante l'incontro. In questa situazione - ha spiegato Pisanu - c'è stato un atteggiamento di prudenza da parte delle forze dell'ordine e intervenire sugli spalti era escluso». «Sarebbe stato raccomandabile - ha aggiunto - un avviso tramite gli altoparlanti dello stadio di sospensione della partita fino a quando non fossero stati ammainati i simboli nazifascisti, puntando anche sulla solidarietà degli altri spettatori». Ma la situazione di tensione ha impedito anche questa soluzione. «In un clima più sereno - ha infatti sottolineato il ministro - sarebbe accaduto ciò».
Ora però si cambia registro. «D'ora in avanti - ha ribadito Pisanu - se saranno esposti striscioni come quelli dell'Olimpico le partite saranno sospese. Uomo avvertito mezzo salvato». Pisanu infine ha chiesto l'aiuto di tutti gli sportivi: «Serve la loro collaborazione - ha concluso - per mettere più prove a disposizione della magistratura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS