Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 05:36

Calcio/Serie B - Carboni: «Bisogna battere l'Avellino»

La vittoria esterna contro il Catania ha riscattato le ultime prove del Bari, ma «adesso se non si accelera in casa è difficile salire in classifica». Inoltre, il tecnico aspetta un altro rinforzo («ci serve un'alternativa a Santoruvo e Vantaggiato»). Il centrocampista Fusani ha svolto il primo allenamento
BARI - La vittoria esterna contro il Catania ha riscattato le ultime prove dei pugliesi, ridando fiducia al tecnico Carboni. Alla ripresa l'allenatore toscano è apparso sereno e soddisfatto del riscatto della propria squadra: «Il successo di Reggio Calabria è ossigeno per noi, ma adesso guai a rilassarsi. Sabato c'è l'Avellino e dobbiamo riprendere a fare punti in casa. Se non si accelera in casa è difficile salire in classifica. Ora ci serve la continuità di risultati per tirarci fuori dalla zona calda».
«Contro un avversario proibitivo - ha proseguito Carboni - abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari. Gillet ha sfoderato una grande prestazione, riscattando la sfortunata gara della settimana precedente e soprattutto dimostrando di essere uno dei migliori portieri della categoria; il difensore Pianu è entrato nel gruppo con il giusto spirito e ha lottato per 90'. Se tutti scendono in campo con mentalità guerriera, possiamo cambiare direzione dopo le ultime settimane non esaltanti».
Mercato: oggi il centrocampista Fusani ha svolto il primo allenamento con i compagni, ma nelle prossime ore potrebbe giungere una ulteriore novità: «Dobbiamo migliorare l'attacco - ha detto Carboni - ci serve una alternativa a Santoruvo e Vantaggiato, soprattutto per i problemi fisici che hanno finora limitato il rendimento del crotonese».

«Sono a Bari per rilanciarmi e ricominciare. Non sono il vice-Scaglia: preferisco giocare come mezzala in un centrocampo a tre. A Bari voglio tornare ad esprimermi a buoni livelli come a Perugia. Se c'è da sacrificarsi per il bene del gruppo, non mi tirerò indietro: ho sempre ricoperto un po' tutti i ruoli a centrocampo»: si è presentato così, in conferenza stampa, il nuovo acquisto del Bari Massimiliano Fusani. L'ex modenese, che ricorda ancora di esser stato in tribuna al San Nicola nel 2001, per Bari-Perugia, gara spettacolare terminata 3-4, ha spiegato le motivazioni che lo animano nell'esperienza pugliese: «Sono arrivato in una piazza blasonata, l'ideale per rilanciare la mia carriera. In questa prima parte della stagione con gli emiliani mi hanno frenato gli infortuni - ha raccontato - sia ad inizio campionato (rottura di un legamento della caviglia) sia prima della sosta, con uno strappo muscolare. Ora sto bene e sono in condizione di giocare 90'».
«Sabato ci aspetta l'Avellino - ha concluso - gli irpini sono un avversario molto agguerrito. Ero in panchina al Partenio sabato (il Modena ha perso 5-4, ndr), ed ho visto con quanta grinta giocano i campani. Il Bari, però, può ancora crescere: è una squadra molto coesa e non teme nessun avversario».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione