Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 14:29

Calcio/Serie A - La Juventus schiaccia anche l'Ascoli

Tre reti di Trezeguet in meno di venti minuti: i bianconeri continuano la serie. La Fiorentina pareggia a Udine (che gioca in dieci buona parte della gara). Roma (contro il Livorno) e Chievo (contro la Reggina)spumeggianti. Lazio corsara a Treviso. Importanti successi di Parma e Messina
Ascoli JuventusLa Juve non perdona il passo falso del Milan e con una tripletta iniziale di Trezeguet passa agevolmente ad Ascoli. La differenza in campo fra le due squadre è evidente, ma la squadra di casa recrimina per l'arbitraggio di Racalbuto, accusato di sudditanza psicologica dai dirigenti marchigiani. La realtà dice comunque che mai come quest'anno, almeno per ora, la squadra di Capello appare superiore alla concorrenza, al punto da superare senza strascichi di alcun tipo la battuta d'arresto in Coppa Italia contro la Roma (rimediabile, peraltro, nel match di ritorno in programma mercoledì).
Avversari dei bianconeri saranno i giallorossi di Spalletti, che non si fermano più: contro un Livorno che non subiva gol in trasferta da quattro partite ottengono l'ottava vittoria consecutiva regolando un avversario annichilito da una doppietta nel primo tempo di Totti, a segno con due calci piazzati (punizione e rigore). E' vero che la vittoria in Coppa a Torino era stata ottenuta senza il capitano, ma il suo rientro regala quel tocco di classe in più ad una squadra che, assieme alla Juve, è la più in forma del campionato, grazie anche all'impressionante rendimento di Mancini, Taddei e Perrotta. Roma LivornoSuperato in classifica il Livorno, la Roma è adesso al quinto posto e mette nel mirino la Fiorentina, il cui vantaggio sui capitolini si è ridotto a cinque punti.
Infatti i viola segnano il passo a Udine: Toni rimane a secco contro una difesa, quella friulana, che negli ultimi tempi era apparsa piuttosto instabile, così Cosmi tira un sospiro di sollievo ed ottiene di non fare, almeno per ora, la fine di Del Neri. Quest'ultimo sarà sostituito a Palermo da quel Papadopulo che sarà tecnico-traghettatore per i prossimi sei mesi.
Vince di goleada il Chievo in casa con la Reggina che crolla sotto i colpi di Pellissier ed Amauri, due attaccanti che svolgono spesso un lavoro oscuro ma che sanno essere efficaci anche in fase di realizzazione. La sfida tra queste due squadre è anche quella fra due tra i migliori tecnici emergenti, e Pillon 'straccià Mazzarri, penalizzato dalla mancanza di un bomber vero.
Successi significative in trasferta per Lazio e Parma. La squadra di Delio Rossi, nonostante le tante assenze vince con un gol di testa di Rocchi che zittisce i tifosi della sua ex squadra, quel Treviso privo dei gemelli Filippini, che contro la società di Lotito avrebbero avuto molti motivi per dare il meglio. Bene anche il Parma (ottimo, ancora una volta, Marchionni) contro un Empoli in cui il nuovo tecnico Cagni non riesce ancora ad incidere. Tre punti basilari per la lotta per non retrocedere li ottiene il Messina in casa superando il Cagliari con un gol nei minuti finali: per la squadra sarda la stagione continua ad essere storta, e il rendimento esterno ne sottolinea ulteriormente i demeriti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione