Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:12

Calcio/Serie B - Bari raggiunto e battuto

In vantaggio al San Nicola con Pagano, viene sconfitto 3-1 dal Crotone. Ventola lancia l'Atalanta
- Risultati del 25° turno - Classifica - Cannonieri - Prossimo turno
BARI-CROTONE 1-3 (1-2)

BARI (4-3-2-1): Gillet, Brioschi, Esposito (22' Belmonte), Micolucci, Mora (28' st Maah), Goretti, Gazzi, Pagano, L. Anaclerio, Vantaggiato (1' st La Vista), Santoruvo. (22 Spadavecchia, 8 Rajcic, 28 Candrina, 16 Carrus). Allenatore: Carboni.
CROTONE (3-4-3): Soviero, Rossi (22' Scarlato), Puleo, Maietta, Konko (1' st Borghetti), Cardinale, Piocelli, Juric, Jeda, Ferrari (36' st Gentile), Sedivec. (1 Dei, 9 Pellè, 18 Galardo, 26 Paschetta). Allenatore: Gasperini.
Arbitro: Racalbuto di Gallarate
Reti: nel pt 20' Pagano, 24' Sedivec, 27' Jeda, nel st al 14' Sedivec.
Recupero: 2' e 2'.
Ammoniti: Mora, Piocelli, Micolucci, Goretti.
Angoli: 9-0 per il Bari.
Spettatori: 4326 (1232 paganti, abbonati 3094) per un incasso di 26.852,00 (13.826,00 per la quota paganti, 13.026,00 per la quota abbonati). Calcio - Bari Crotone

BARI - Seconda sconfitta consecutiva per il Bari, che affonda al San Nicola contro un Crotone cinico in zona gol e ben organizzato. Il ruolino dei pugliesi (solo quattro punti in sei partite) è da brividi, ma la classifica - per le concomitanti sconfitte di Avellino e Ternana - non accusa ulteriori contraccolpi. La vittoria dei calabresi, la prima in trasferta, è la riprova del buon momento della squadra di Gasperini, che ha approfittato delle lacune difensive del Bari per mettere fine ad una striscia di quattro sconfitte esterne consecutive.
Carboni aveva impostato la squadra per una gara offensiva: Luigi Anaclerio e Vantaggiato, in avanti a sostegno di Santoruvo, avrebbero dovuto garantire maggiore potenza in attacco, ma allo stesso tempo a sinistra si è subito avvertita qualche difficoltà in fase di copertura. I baresi in avvio hanno mostrato brio e iniziativa: due conclusioni di Vantaggiato e Pagano sembravano presagire una giornata favorevole, la rete dell'ex doriano al 20° (con un potente diagonale da fuori area) completava con il vantaggio biancorosso la supremazia territoriale fino ad allora espressa.
Il Crotone, ben disposto in fase di interdizione e rapido nelle ripartenze dettate dal centrale Cardinale, non si è smarrito e nel giro di soli 3 minuti ha ribaltato il risultato sfruttando le falle nella fascia sinistra della retroguardia barese: il pareggio è giunto al 24° con Sedivec, pronto ad anticipare Gillet deviando in rete una parabola imprevedibile sviluppatasi da un cross di Konko (deviato da Luigi Anaclerio).
Dopo soli 180°, Jeda ha saltato il mancino Mora ed ha raddoppiato. Goretti e compagni hanno accusato il doppio colpo e la manovra ne ha risentito diventando macchinosa e prevedibile.
Nella ripresa Carboni ha inserito al posto di uno spento Vantaggiato il tornante La Vista, al fine di avere ben tre suggeritori a sostegno di Santoruvo. Dopo solo un minuto Pagano ha avuto una buona opportunità per pareggiare, ma il suo diagonale è terminato a lato. Poi il Crotone ha domato le iniziali velleità di Goretti e compagni, ed in contropiede ha sfruttato al meglio gli spazi concessi dagli avversari sbilanciati alla ricerca del pari.
Al 10° Sedivec, in giornata di grazia, prima con una prepotente accelerazione ha bucato la difesa offrendo un pallone solo da appoggiare in rete a Ferrari, che ha sprecato malamente; sul successivo contropiede sempre il boemo, con lucidità, ha ripreso una corta respinta di Gillet ed ha segnato la sua doppietta. L'inserimento di Maah per Mora è stata la mossa estrema del tecnico toscano, ma non ha portato i risultati sperati: la squadra barese è tornata negli spogliatoi dopo il fischio finale tra i fischi del pubblico che reclamava con urgenza un intervento della società sul mercato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione