Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 23:47

Brindisi calcio fallito Condanna a ex patron ed ex presidente

BRINDISI – L'ex presidente del Brindisi Calcio (che militava in serie C2), Luciano Morosi, e l’ex patron Mario Salucci (nella foto) imprenditore di Prato che operava a Brindisi nel settore della movimentazione del carbone con la società Bt, sono stati condannati a cinque anni di reclusione ciascuno per bancarotta fraudolenta in relazione al fallimento della società calcistica, risalente al 2004
Brindisi calcio fallito Condanna a ex patron ed ex presidente
BRINDISI – L'ex presidente del Brindisi Calcio (che militava in serie C2), Luciano Morosi, e l’ex patron Mario Salucci, imprenditore di Prato che operava a Brindisi nel settore della movimentazione del carbone con la società Bt, sono stati condannati a cinque anni di reclusione ciascuno per bancarotta fraudolenta in relazione al fallimento della società calcistica, risalente al 2004. 

Il primo grado del processo si è concluso oggi dinanzi al Tribunale di Brindisi (collegio presieduto da Francesco Aliffi). Il pm, Raffaele Casto, aveva chiesto per Salucci, che era difeso d’ufficio, la condanna a sette anni di reclusione, e per Morosi, difeso dall’avv. Simona Attolini, a sette anni e sei mesi. Stando a quanto ricostruito nel corso delle indagini ed emerso poi in dibattimento, il Brindisi Calcio fallì perchè nessuno fu in grado di coprire i debiti accumulati, per un totale di un milione e trecentomila euro. L’inchiesta fu avviata proprio nel 2004, dopo il crack. Salucci era approdato a Brindisi quattro anni prima. Dichiarata la prescrizione per i reati minori, mentre per i due imputati è stata disposta l'interdizione per 10 anni dalla gestione di società. Quanto ai risarcimenti nei confronti dell’unica parte civile, ossia il curatore fallimentare Davide Frigione, il collegio ha stabilito che l’ammontare andrà interamente determinato in sede civile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione