Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 10:02

Calcio - Samp travolgente: il Lecce esce tra i fischi

Troppo poco reattiva e arrendevole la squadra di Baldini. I blucerchiati sono più pratici, tecnicamente superiori e ben messi in campo. Micidiale l'1-2 subito tra la fine del primo tempo (Diana al 22' e 45') e l'inizio della ripresa (Bazzani al 47'). Salentini mercoledì in casa contro il Livorno
Lecce SampdoriaLECCE-SAMPDORIA 0-3 (0-2)

LECCE (4-3-3): Benussi 5.5; Cassetti 6, Schiavi 6, Stovini 5, Rullo 5; Pinardi 5 (4' st Cozzolino 5.5), Ledesma 6, Delvecchio 5.5; Valdes 5, Saudati 5 (4' st Konan 5.5), Vucinic 6. In panchina: Petrachi, Angelo, Polenghi, Pecorari, Marianini. Allenatore: Baldini 5.
SAMPDORIA (4-4-2): Antonioli 6.5; Zenoni 6, Sala 6, Castellini 6, Tonetto 6; Diana 7, Volpi 6.5, Dalla Bona 6.5, Gasbarroni 7 (21' st Kutuzov); Colombo 6 (37' st Foti sv), Bazzani 6.5 (43' st Pavan sv). In panchina, Castellazzi, Mingozzi, Arnulfo, Zamboni. Allenatore: Novellino 6.5.
ARBITRO: Morganti di Ascoli Piceno 6.
RETI: 22' pt, 45' pt Diana, 2' st Bazzani. NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori: 12 mila circa. Ammoniti: Stovini, Cassetti, Sala. Angoli: 6-5 per il Lecce. Recupero: 1' pt, 3' st.

LECCE - Era solo l'anticipo pomeridiano dell'ultima di andata, ma per il Lecce è notte fonda. La Sampdoria passa con un netto 3-0 al «Via del Mare» dimenticando lo stop di domenica scorsa a Livorno. Non è necessario neppure uno sforzo troppo notevole da parte degli uomini di Novellino per avere la meglio di un Lecce che era ben poca cosa. Troppo poco reattiva e arrendevole la squadra di Baldini che invece dovrebbe lottare con ben altra determinazione per poter puntare alla salvezza. La Samp è più pratica, tecnicamente superiore e ben messa in campo.
Micidiale per Vucinic e compagni l'1-2 subito tra la fine del primo tempo e l'inizio della ripresa.
Baldini perde Camorani nell'allenamento di rifinitura, ma ritrova Vucinic nel tridente d'attacco e Cassetti in difesa. A sostituire l'indisponibile portiere titolare Sicignano è Benussi. Anche per Novellino diverse assenze: in avanti gioca Colombo in coppia con Bazzani per sostituire lo squalificato Flachi. Recuperato Gasbarroni che prende il suo posto sulla fascia sinistra.
La Sampdoria parte con il giusto piglio e mette subito in difficoltà il Lecce con un pericolosissimo pallone messo in area da destra da Diana, Stovini riesce a sventare la minaccia. Dalla Bona e Volpi hanno la meglio a centrocampo, costruiscono gioco e concedono pochi riferimenti ai giallorossi. La squadra di Baldini è attenta, prova a venir fuori con alcune verticalizzazioni e un'apprezzabile conclusione dalla distanza con Vucinic. Al 22' i doriani passano: calcio d'angolo di Gasbarroni, Colombo corregge di testa per Diana che, sempre di testa, supera Benussi.
Il Lecce prova a stendersi in avanti, ma è la Samp a sfiorare il raddoppio con un colpo di testa di Sala, ottimamente parato da Benussi. La manovra del Lecce risulta un po' troppo lenta per impensierire adeguatamente una Samp. La migliore occasione al 37' arriva con una gran conclusione di Ledesma di sinistro, bravo Antonioli a mettere in angolo con un grande intervento. I blucerchiati controllano senza problemi e al 45' raddoppiano: punizione di Volpi e conclusione di Diana deviata da Delvecchio. Il primo tempo finisce 0-2.
Ad inizio ripresa non ci sono nuovi giocatori in campo e non cambia neppure il tema della partita. La Sampdoria comincia in avanti e mette subito a sicuro la vittoria: al 2' assist di Colombo per Bazzani che in area con il sinistro fa secco Benussi. Subito il terzo gol Baldini inserisce Konan e Cozzolino al posto di Saudati e Pinardi. Al 14' ci prova Ledesma a rimettere in carreggiata i suoi con una conclusione dalla distanza parata a terra da Antonioli. Sempre sua al 21' una insidiosa punizione. La Samp sfiora il quarto gol al 25': cross di Colombo, tiro di Bazzani sul primo palo e bella risposta di Benussi.
Il pubblico ritira gli striscioni e contesta vivacemente. Il clima non è ideale per i giocatori del Lecce e che la fortuna non è dalla loro parte si intuisce al 31' quando un colpo di testa di Konan finisce di un soffio fuori. Finisce 0-3 tra i fischi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione