Martedì 14 Agosto 2018 | 17:31

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Bellavista vuol fare il pieno contro Torino e Mantova

Parola di capitano: «Ci aspettano due gare di fuoco. Ma quando la squadra è concentrata e consapevole dei suoi mezzi può battere ogni avversario». Si comincia contro i granata sabato alle ore 16 al San Nicola. La gara sarà arbitrata da Rocchi. Santoruvo rinnova il contratto fino al 2008
BARI - «Ci aspettano due gare di fuoco. Contro Torino e Mantova possiamo far bene. Quattro punti? Io penso anche sei, per fare filotto. Quando la squadra è concentrata e consapevole dei suoi mezzi può battere ogni avversario»: il capitano del Bari Antonio Bellavista è ottimista alla vigilia della gara contro i granata al San Nicola sabato prossimo.
Nella sfida d'andata i pugliesi conquistarono un punto al Delle Alpi con una condotta di gara molto prudente e il bitontino giocò molto bene in fase di copertura su Fantini, estroso centrocampista offensivo del Toro. «I nostri avversari si sono ulteriormente rafforzati sul mercato - ha spiegato Bellavista - ora il cuore della squadra è rappresentato da Gallo, giocatore esperto capace di dettare i ritmi molto bene. L'organico è di qualità, ma noi non temiamo nessuno. Possiamo batterli».
Bari - Torino è una partita che ha il fascino della massima serie, tra due formazioni blasonate e che tradizionalmente dovrebbero puntare in B ad un campionato di vertice. In questa stagione la squadra del presidente Cairo persegue obbiettivi ambiziosi con grandi investimenti, al punto che ha già acquistato ben cinque giocatori nel mercato di gennaio; il Bari, con appena qualche punto di margine sulla zona retrocessione, attende nelle prossime ore i primi movimenti del ds Pari, che cerca un difensore per rinforzare la rosa.
I quattro gol segnati al Barbera di Palermo contro i rosanero mostrano come i pugliesi abbiano ritrovato con facilità la via del gol: «E' vero, in attacco abbiamo trovato un buon equilibrio - ha raccontato il bitontino -, Santoruvo è in un gran momento e la sua sarà una assenza pesante. Tuttavia anche Vantaggiato e Luigi Anaclerio sono in crescita. Partita dopo partita stanno ritrovando brillantezza e fiducia nei propri mezzi. L'ex crotonese, tecnicamente, è uno dei più dotati della categoria e potrebbe farci vincere le partite da solo. Gigi è stato sfortunato nelle ultime esibizioni in campionato (qualche legno di troppo) ma lotta e si impegna negli allenamenti in settimana per farsi trovare sempre pronto. Saranno due pessimi avversari per la difesa del Toro».
«Marcherò Fantini? Non è un problema di ruolo - ha concluso il capitano - ma di determinazione e voglia di fare risultato. Siamo convinti di poter venir fuori dal ciclo di fuoco che ci aspetta a gennaio ed in particolare nelle prossime due gare con punti pesanti e soprattutto la consapevolezza di non essere secondi a nessuno».

Intanto, il Bari rinnova e prolunga i contratti ai suoi «gioielli»: dopo Gazzi (legatosi ai pugliesi fino al 2009) anche il capocannoniere della squadra, Santoruvo, ha firmato un nuovo accordo con la società. Il bitontino è ora sotto contratto con il Bari fino al 2008. In questa stagione Santoruvo (classe 78') ha segnato 8 reti in 22 partite, attirando su di sé le attenzioni di club di serie A.

Queste le terne arbitrali (più quarto uomo) designate a dirigere le partite della 2ª giornata di ritorno del campionato di serie B Tim, in programma sabato

Albinoleffe-Ternana (domani ore 20-45): Preschern di Mestre (Cariolato-Di Prisco/Ruini)
Arezzo-Mantova: Girardi di S.Donà di Piave (Carretta-Grilli/Lena)
Bari-Torino: Rocchi di Firenze (Nicoletti-De Luca/Mannella)
Brescia-Catania: Banti di Livorno (Papi-Niccolai/Orsato)
Catanzaro-Cremonese (domani, ore 20.45): Mazzoleni M. di Bergamo (Alvino-Liberti/Russo)
Cesena-Vicenza: Rizzoli di Bologna (Ferraro-Fittante/Di Francesco)
Modena-Rimini: De Marco di Chiavari (Faverani-Racanelli/Zanzi)
Pescara-Bologna: Herberg di Messina (Ghiandai-Pugiotto/Zonno)
Piacenza-Crotone: Cassarà di Palermo (Viazzi-Ballabio/Marzaloni)
Triestina-Avellino: Racalbuto di Gallarate (Carrer-Di Liberatore/Zanardo)
Verona-Atalanta: De Santis M. di Roma (Baglioni-Romagnoli/Candussio).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 20 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS