Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 00:22

Calcioscommesse Chiuso filone barese  Il Bari rischia grosso

di GIOVANNI LONGO
BARI - Un nuovo incontro tra il procuratore federale Stefano Palazzi e il procuratore della Repubblica di Bari Antonio Laudati (entrambi nella foto), tra oggi e domani. Subito dopo, a metà settimana, la formale chiusura delle indagini sul secondo filone barese sul calcioscommesse. I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Bari, coordinati da Laudati e dal sostituto Ciro Angelillis, hanno chiuso il cerchio sulle presunte combine legate alle partite Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 (3-2) e Bari-Treviso del 10 maggio 2008 (0-1)
Calcioscommesse Chiuso filone barese  Il Bari rischia grosso
di Giovanni Longo

BARI - Un nuovo incontro tra il procuratore federale Stefano Palazzi e il procuratore della Repubblica di Bari Antonio Laudati, tra oggi e domani. Subito dopo, a metà settimana, la formale chiusura delle indagini sul secondo filone barese sul calcioscommesse. Una settimana quella iniziata oggi che si annuncia davvero intensa sia sul piano della giustizia ordinaria, sia su quello della giustizia sportiva.

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Bari, coordinati da Laudati e dal sostituto Ciro Angelillis, hanno chiuso il cerchio sulle presunte combine legate alle partite Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 (3-2) e Bari-Treviso del 10 maggio 2008 (0-1). Sono decine le persone, soprattutto calciatori, ma anche dirigenti, indagati per frode sportiva dalla procura di Bari che, partendo dalle dichiarazioni del solito Andrea Masiello, ha svelato l’ennesimo velo sul calcio malato.

A Palazzi, invece, toccherà valutare se deferire l’Associazione sportiva Bari non più «solo» per «omesso controllo» (i biancorossi nel primo filone hanno patteggiato una penalizzazione di cinque punti). Con un ex tesserato della società indagato per la partita contro la Salernitana, il rischio che si possa aprire un procedimento per responsabilità diretta non si può escludere. 

La notizia completa sull'edizione della Gazzetta in edicola o scaricabile qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione