Martedì 14 Agosto 2018 | 21:14

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Basket - Taranto, tutto semplice ad Alghero

La Pasta Ambra chiude il 2005 con un successo pieno. La Terra Sarda si arrende alle crassine dopo un inequivocabile 89-50. Senza storia dunque il match valido come anticipo della penultima giornata di andata della "regular season" di A1 femminile. Top-scorer Bjelica con 31 punti
TERRA SARDA ALGHERO-PASTA AMBRA TARANTO 50-89 (10-29, 27-49, 43-64)

TERRA SARDA ALGHERO - Iacono, Monticelli 7, Favento 9, Brincat 5, Pernice, Martellini, Dimitrova 4, Piroli 2, Robertson 8, Lacy 15 (coach Popov);
PASTA AMBRA TARANTO - Greco 8, Boaria ne, Swoopes 30, Franchetti, Costalunga 1, Pedrazzi 4, Bjelica 31, Bonafede 1, Phillips 9, Tassara 5 (coach Corno).
ARBITRI - Riosa (TS) e Balestreri (FE).

La Pasta Ambra Taranto chiude il 2005 con un successo pieno. La Terra Sarda di coach Popov - reduce dalla sorprendente vittoria ai danni del Ribera - si arrende alle crassine dopo un inequivocabile 89-50. Senza storia il match andato in scena presso la palestra comunale di Olmedo (Sassari), quale anticipo della penultima giornata di andata della "regular season".
Le crassine non hanno avuto problemi nel tornare dalla trasferta con altri due punti utili per la classifica. Sempre davanti come punteggio e come gioco: una formalità. Top-scorer Bjelica con 31 punti; a ruota Swoopes con 30.
La gara. Parte bene la Pasta Ambra, che sin dai primi minuti cerca di lasciare il segno. Subito in evidenza l'ex di turno, Milka Bjelica, che proprio in Sardegna ha avuto la sua consacrazione l'anno scorso nel campionato italiano. A metà frazione le rossoblu prendono il largo, lasciando le briciole alle locali. A due minuti dal termine il Cras supera i 10 punti di vantaggio (10-24). Negli ultimi secondi il bottino aumenta, sino ad arrivare al +19 finale della prima frazione.
Le cose non cambiano nei dieci minuti successivi: le crassine, al 3', sono sul 36-16. Troppo il divario tra le isolane (che viaggiano in bassa classifica) e le joniche. Nel pieno della frazione però si vivono minuti di tensione a causa di uno scontro di gioco tra Sheryl Swoopes e Sonia Iacono: ad aver le peggio la stella statunitense, colpita al volto, che per qualche istante perde conoscenza. Lo staff medico della Pasta Ambra scende prontamente in campo, e nel giro di alcuni minuti la situazione ritorna alla normalità. Si ritorna a giocare ma senza Swoopes (tornerà nella terza frazione), ma Taranto è sempre sugli scudi. A metà tempo gira sul +18 (38-20). Tocca il +21 al 7' grazie ad una tripla di Bjelica. Si va negli spogliatoi sul 49-27.
La storia si ripete nel terzo tempo. Un canestro della Tassara fissa il punteggio sul 54-29 per le crassine (+25, 3'). Terra Sarda Alghero non è in grado d'impensierire, minimamente, la formazione allenata da Aldo Corno. Formazione che va al cambio di campo sul 64-43. Ultimo quarto da "passerella" per la Pasta Ambra Taranto: le straniere continuano a dare spettacolo. Swoopes e Phillips (domina ai rimbalzi) sono incontenibili, Bjelica non è da meno. Le joniche raddoppiano il vantaggio (+40 a 100 secondi dal suono della sirena) per poi chiudere sull'89-50.
Ora si disputeranno tutti gli altri incontri del 14° turno. Dopodichè il campionato si fermerà per le festività natalizie. Il quintetto tarantino riprenderà a giocare domenica 4 gennaio per l'atteso match del PalaMazzola contro la blasonata Pool Comense.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 
Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

Foggia, Zambelli pronto a ricomnciare: siamo in rodaggio

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
Galli vira sul nuovo Bari«Il mio progetto per ripartire»

Galli vira sul nuovo Bari: «Il mio progetto per ripartire». E il 26 si gioca col Bitonto

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS