Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 18:39

Calcio/Serie A - Il Lecce chiude l'anno con un pareggio

Finisce a reti bianche la partita contro la Lazio, valida per la dicassettesima giornata di campionato. Primo tempo con leggera supremazia giallorossa. Nella ripresa, viene espulso Vucinic (74') per doppia ammonizione: i salentini rischiano, ma non rinunciano ad attaccare
Silvio BaldiniLECCE-LAZIO 0-0

LECCE (4-3-3): Benussi 6, Angelo 6, Diamoutene 6, Stovini 6, Rullo 6, Marianini 6 (st 45' Camorani sv), Del Vecchio 5.5, Valdes 6.5, Konan 5.5 (st 38' Cassetti sv), Pellè 5.5 (st 22' Cozzolino 5.5), Vucinic 5.5. (29 Petrachi, 86 Schiavi, 17 Giorgino, 10 Eremenko). Allenatore: S. Baldini 5.5.
LAZIO (4-4-2): Peruzzi 6 (st 27' Ballotta sv), Oddo 5.5, Siviglia 6, Cribari 6, Zauri 6, Keller 5.5 (st 1' Belleri 6), Liverani 6.5, Dabo 5.5, Manfredini 5.5, Pandev 5.5, Rocchi 6 (st 40' Tare sv). (16 Giallombardo, 2 Stendardo, 26 Mudingayi, 21 S. Inzaghi) Allenatore: D. Rossi 6.
Arbitro: Lops di Torino 6.
Angoli: 6-5 per il Lecce.
Recupero: 3' e 5'.
Ammoniti: Dabo, Siviglia, Rullo e Zauri per gioco falloso.
Espulsi: st 29' Vucinic per doppia ammonizione.
Spettatori: 12.082, di cui un centinaio della Lazio, per un incasso di 112.313,37 euro.

LECCE - Lecce più concreto e minaccioso, Lazio che soffre, ma il finale è un pareggio a reti inviolate che accontenta tutti. Un incontro alla vigilia dai tanti significati ma con due stati d'animo differenti: il Lecce, in fondo alla classifica, reduce dal passo falso di domenica scorsa a Treviso e rimaneggiato con alcune scelte tecniche di Baldini. La Lazio che si è concessa il «lusso» di imporre il pari alla Juve capolista con una buona prestazione collettiva, ma che deve dimenticare le polemiche legate al «caso» Di Canio.
Delio Rossi mette dentro Pandev al posto dello squalificato Di Canio, e il danese Keller titolare fin dall'inizio, mentre sull'altro fronte Baldini preferisce Pellè a Cozzolino in avanti a sostegno di Vucinic e Konan.
Le due squadre appaiono piuttosto prudenti, vista la posta in palio, anche se il Lecce sembra più volitivo. Prima vera occasione all'11 per i padroni di casa con Pellè, che su angolo di Valdes, sbuccia di testa fallendo l'impatto con la sfera a due passi da Peruzzi. La Lazio prova a colpire di rimessa con Rocchi, sfruttando anche le fasce con Oddo e Manfredini. Al 22' giallorossi pericolosi: ingenuità di Liverani che perde palla fuori dalla sua area, Siviglia salva su Pellè. Il Lecce gioca bene, fa girare la palla e si rende aggressivo a centrocampo, rapido a salire in contropiede anche se non riesce a trovare la via del gol.
Al 34' ancora il Lecce pericoloso: Vucinic beffa Oddo sulla sinistra ma poi spara alto da breve distanza. I biancocelesti soffrono a salire oltre la linea di centrocampo, con una tattica un po' troppo attendista, con Rocchi spesso troppo isolato. Il primo tempo si chiude con un contropiede del Lecce; Zauri salva in scivolata anticipando Konan servito da Valdes.
In avvio di ripresa Rossi prova a cambiare qualcosa con Oddo avanzato a centrocampo, anche se a tratti spaesato, mentre Belleri, subentrato a Keller, gioca sulla linea dei difensori. Tanto lavoro da una parte e dall'altra ma la situazione non cambia, con le due squadre attente a non scoprirsi per non rischiare più di tanto. Baldini sposta Vucinic nella sua posizione naturale al centro, mettendo dentro Cozzolino al posto di Pellè per provare a dare più dinamicità al reparto avanzato.
Ma è la Lazio, al 25', a confezionare l'azione più pericolosa con Benussi costretto a uscire al limte dell'area per anticipare Rocchi lanciato bene con un lungo rinvio da Liverani. Lecce in 10 a un quarto d'ora dalla fine per l'espulsione del bomber Vucinic, anche se i padroni di casa tengono bene.
Cambi finali ma più nulla fino al fischio finale dell'esordiente Lops, uno dei migliori in campo, per un pareggio che suona come un «regalo» di Natale per entrambe le squadre.

Risultati della 17ª giornata della serie A di calcio

Ad Ascoli: Ascoli-Treviso 1-0
A Firenze: Fiorentina-Palermo 1-0
A Milano: Inter-Empoli 4-1
A Torino: Juventus-Siena 2-0
A Lecce: Lecce-Lazio 0-0
A Livorno: Livorno-Milan 0-3
A Messina: Messina-Reggina 1-1
A Parma: Parma-Cagliari 1-0
A Roma: Roma-Chievo 4-0
A Udine: Udinese-Sampdoria 2-0

Classifica del campionato di calcio di serie A dopo la 17ª giornata

Legenda: squadra, punti, partite giocate, partite vinte, partite pareggiate, partite perse, gol fatti, gol subiti

Juventus 46 17 15 1 1 38 9
Inter 38 17 12 2 3 36 14
Milan 37 17 12 1 4 39 17
Fiorentina 36 17 11 3 3 32 17
Livorno 31 17 9 4 4 19 17
Chievo 27 17 7 6 4 20 19
Sampdoria 25 17 7 4 6 27 23
Lazio 24 17 6 6 5 21 22
Roma 24 17 6 6 5 27 20
Udinese 23 17 7 2 8 18 23
Palermo 22 17 5 7 5 24 26
Siena 19 17 5 4 8 23 30
Empoli 18 17 5 3 9 19 28
Reggina 18 17 5 3 9 17 26
Ascoli 17 17 3 8 6 16 20
Parma 14 17 2 6 9 16 28
Messina 13 17 2 7 8 14 25
Cagliari 12 17 2 6 9 14 28
Lecce 12 17 3 3 11 14 28
Treviso 11 17 2 5 10 10 14


Classifica marcatori del campionato di serie A della 17ª giornata

16 reti: Toni (Fiorentina-2 rigore).
15 reti: Trezeguet (Juventus).
11 reti: Gilardino (Milan); 10 reti: Adriano (Inter).
9 reti: Tavano (Empoli-1); Shevchenko (3-Milan); Totti (Roma-3; Bonazzoli (Sampdoria); Chiesa (Siena-1).
8 reti: Suazo (2-Cagliari).
7 reti: Lucarelli (1-Livorno).
6 reti: Cruz (Inter); Rocchi (Lazio); Caracciolo (Palermo); Cozza (1-Reggina); Flachi (Sampdoria).
5 reti: Pellissier (Chievo); Fiore (Fiorentina); Martins (Inter); Del Piero (1-Juventus); Vucinic (2-Lecce); Di Napoli (Messina); Corradi (Parma); Locatelli (Siena).
4 reti: Vannucchi (Empoli); Pazzini e Jorgensen (Fiorentina); e Cambiasso (Inter); Pandev (Lazio); Morrone (Livorno); Pirlo e Kakà (Milan); Makinwa e Terlizzi (Palermo); Nonda (Roma); Diana (Sampdoria).
3 reti: Obinna (1) e Franceschini (Chievo); Cordoba (Inter); Camoranesi, Ibrahimovic, Mutu, Nedved e Vieira (Juventus); Konan e Pinardi (Lecce-3); Simplicio (Parma); Panucci (Roma); Volpi (1-Sampdoria); Bogdani (Siena); Iaquinta (3), Di Michele e Muntari (Udinese).
2 reti: Comotto, Ferrante, Fini, Tosto e Bjelanovic (Ascoli); Amauri (1), Tiribocchi, D'Anna, Mandelli (Chievo); Almiron, Riganò e (Empoli); Boijnov (Fiorentina); Figo e Recoba (Inter); Tare e Oddo (2-Lazio); Cozzolino (Lecce); Palladino (Livorno); D'Agostino, Zampagna (2) e Zoro (Messina); Inzaghi e Seedorf (Milan); Bonanni, Ferri e Corini (1-Palermo); Amoruso, Missiroli, Paredes e Cavalli (Reggina); Taddei, Cassano e Mexes (Roma); Borriello e Gasbarroni (Sampdoria); Fava, Parravicini, Pinga e Reginaldo (Treviso); Barreto e Di Natale (Udinese).
1 rete: Cariello, Cudini, Piso, Quagliarella, Domissi e Foggia (Ascoli); Abeijon, Bega, Capone, Conti e Esposito (Cagliari); Semioli e (Chievo); Bonetto e Pozzi (Empoli); Ujfalusi (Fiorentina); Pizarro, Materazzi, Samuel e Stankovic (Inter); Cannavaro e Zalayeta (Juventus); Cesar, Di Canio, Dabo, Liverani, Manfredini, Siviglia, Zauri (Lazio); Ledesma (Lecce); De Ascentis, Melara, Pferzel, Galante (Livorno); Muslimovic, Donati (Messina); Vieri, Kaladze, Ambrosini, Gattuso e Stam (Milan); Biava, Mutarelli, Brienza e Gonzalez (Palermo); Cardone, Marchionni, Morfeo, Bresciano, Cannavaro P., Delvecchio, Grella e Pisanu (Parma); Tedesco (Reggina); De Rossi, Tommasi, Perrotta e Mancini (Roma); Tonetto (Sampdoria); Colonnese, Negro, Tudor e Vergassola (Siena); Beghetto e E.Filippini (Treviso); Vidigal, Zapata, Felipe, Candela (Udinese).
Autogol: 1: Del Grosso (Ascoli), Vignati (Cagliari); Peruzzi (Lazio); Castellini (Sampdoria), Bertotto e Obodo (Udinese).

PROSSIMO TURNO
SERIE A - 18^ GIORNATA - 8/1 - ORE 15

Reggina - Fiorentina (7/1, ore 18)
Palermo - Juventus (7/1, ore 20.30)
Cagliari - Udinese
Chievo - Lecce
Empoli - Messina
Lazio - Ascoli
Milan - Parma
Sampdoria - Livorno
Siena - Inter
Treviso - Roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione