Cerca

Il buon anno di Brandi ai baresi

C’era anche Vittorio Brandi, il tedoforo dei Giochi di Londra 2012, con tanto di fiaccola olimpica, a dare il buon anno ai baresi. Gran successo, complice anche l’ottima giornata di sole, per la tradizionale «corsetta» ammazzagrassi del primo dell’anno che dalla Basilica di San Nicola si è conclusa sulla spiaggia di Pane e pomodoro. Decine di persone hanno approfittato del mare liscio come l’olio per tuffarsi in acqua. La marcialonga Nicolaiana, in onore del santo patrono, ha avito il via dal rettore della Basilica, padre Lorenzo Lorusso. Poi il serpentone di runners, preceduto da un gruppo di bersaglieri in uniforme d’epoca e con biciclette di inizio Novecento, ha percorso il lungomare. Per un disguido il gruppo si è prima diviso in due tronconi per poi ricongiungersi all’altezza di piazza Diaz
Il buon anno di Brandi ai baresi
C’era anche Vittorio Brandi, il tedoforo dei Giochi di Londra 2012, con tanto di fiaccola olimpica, a dare il buon anno ai baresi.
Gran successo, complice anche l’ottima giornata di sole, per la tradizionale «corsetta» ammazzagrassi del primo dell’anno che dalla Basilica di San Nicola si è conclusa sulla spiaggia di Pane e pomodoro. Decine di persone hanno approfittato del mare liscio come l’olio per tuffarsi in acqua. La marcialonga Nicolaiana, in onore del santo patrono, ha avito il via dal rettore della Basilica, padre Lorenzo Lorusso. Poi il serpentone di runners, preceduto da un gruppo di bersaglieri in uniforme d’epoca e con biciclette di inizio Novecento, ha percorso il lungomare. Per un disguido il gruppo si è prima diviso in due tronconi per poi ricongiungersi all’altezza di piazza Diaz.
Quindi, con i testa il tedoforo d’eccezione, tra applausi, grida e gli immancabili sfottò, i corridori hanno fatto «irruzione» sulla spiaggia dove li attendeva una folla numerosa di curiosi.
Inevitabili il tuffo, una piccola nuotata beneaugurante e le bottiglie di spumante stappate in acqua. Pandoro e panettone per tutti sono stati offerti dal titolare del bar, mentre come ricordo della passeggiata sono state distribuite duecento magliette. Un numero che si pensava congruo ma che in realtà, a differenza delle scorse edizioni, si è rivelato inferiori rispetto ai tantissimi partecipanti.
In bella mostra anche i cani di salvataggio a mare, ormai di casa a Pane e pomodoro.
Appuntamento all’anno prossimo. Sempre all’insegna della tardizione, sperando che le condizioni meteo continuino a premiare la tenacia di chi si diverte a smaltire un po’ di calorie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400