Cerca

Basket, Lega di serie A Roma passa a Brindisi

BRINDISI - Troppo atletica Roma, forte, ad ogni modo, di una scelta dirigenziale di dotarsi di «dodici giocatori dodici»; troppo stanca Brindisi per non aver avuto da Reynolds (tornato solo 48 ore prima del match dagli Usa) il solito apporto, in grado di far girare la squadra, come in altre occasioni. Resta il botto inesploso di fine d’anno perché Roma s'impone 82-86 nella Lega di A di basket maschile. Ma nessun rammarico. Brindisi deve salvarsi e l’obiettivo lo raggiungerà
Basket, Lega di serie A Roma passa a Brindisi
Enel Brindisi - Acea Roma 82-86 

Enel Brindisi: Gibson 21 (7/12, 2/5), Reynolds 7 (3/3, 0/1), Viggiano 27 (7/10, 3/6), Robinson 19 (8/15, 1/2), Simmons 2 (1/5); Grant 4 (2/2), Fultz 2 (1/2), Formenti, Zerini (0/1 da 3), Ndoja (0/1 da 3), Porfido n.e., Preite n.e.. All. Bucchi.

Acea Roma: D’Ercole 8 (0/2, 2/4), Czyz 7 (3/9), Datome 6 (1/7, 0/2), Lawal 13 (5/7), Taylor 6 (1/6, 0/2); Goss 30 (6/12, 4/5), Tambone n.e, Tonolli n.e., Gorrieri n.e., Di Giacomo n.e,, Jones 16 (2/4, 3/5), Lorant. All. Calvani.

ARBITRI: Sabetta, Paternicò, Di Francesco.

parziali 20-11, 43-37, 61-57, 82-86.

NOTE - Tiri liberi: Br 6/10 (60%), Rm 23/30 (77%); tiri da due: Br 29/49 (59%), Rm 18/47 (38%); tiri da tre: Br 6/16 (38%), Rm 9/18 (50%). Rimbalzi: Br 28 (Simmons7), Rm 46 (Lawal e Czyz 8); Assist: Br 11 (Reynolds 5), Rm 12 (D’Ercole 4). Tecnico a Bucchi (52-46, 25’47”), Taylor (37’47”, 68-78). Spettatori: 3.500.

BRINDISI - Troppo atletica Roma, forte, ad ogni modo, di una scelta dirigenziale di dotarsi di «dodici giocatori dodici»; troppo stanca Brindisi per non aver avuto da Reynolds (tornato solo 48 ore prima del match dagli Usa) il solito apporto, in grado di far girare la squadra, come in altre occasioni. Resta il botto inesploso di fine d’anno. Ma nessun rammarico. Brindisi deve salvarsi e l’obiettivo lo raggiungerà.

La gara - Botta e risposta, al via (Gibson-Lawal), poi un paio di minuti di studio con tiri fuori misura: Brindisi però prende subito le redini (6-4 al 4’). Accoppiamenti: Simmmons-Lawal, Reynolds-Taylor, Viggiano-Datome; al 6’ è 12-4 con uno schiaccione di Simmons su assist di Viggiano. Primio cambi: Goss per D’Ercole e Grant per Simmons. E Viggiano porta Brindisi sul 16-6 all’8’. Calvani con Goss aggiusta un po’ il quintetto che nell’ultimo minuto va sul 16-11, ma Viggiano (tripla) e libero allunga: 20-11 (10 i suoi punti 3/3, 1/3 al 10’).

Alla ripresa doppio play per Roma: D’Ercole e Goss; Brindisi ancora con Grant. Scintille in 2’ con Goss (due triple) e Viggiano 3+1 per il 26-16. L’annunciato spettacolo è tutto in vetrina. Bucchi manda in campo Fultz e Zerini (subito doppio fallo) e timeout di Bucchi visto che la sua squadra al 14’ ha già 5 falli. E’ Goss l’arma di Calvani che in 10” mette a segno un 3+2 terrificante (15’ 30-26). Nuovo timeout Brindisi. Alla ripresa un intenzionale di Goss su Grant (clamorosi errori di Paternicò che assegna i tiri a Gibson e poi una rimessa a Roma subito corretta da Di Francesco). Torna Viggiano in campo e Brindisi si porta sul 34-27. Brindisi concede troppi secondi tiri permettendo canestri facili da dentro l’area a Czyz e a Goss. Gibson e Robinson, ad ogni modo mettono una pezza e vi va al riposo sul 43-37.

Brindisi riprende con il solito quintetto; Calvani decide per confermare Goss con Czyz, Datome e Taylor e Lawal. Roma difende a zona (2-3). Subito una stoppata stratosferica di Simmons su Goss. Al 25’ è 52-46 con la tripla di Gibson. Ma Lawal con i secondi tiri riporta Roma in partita 52-50. Al 18’30” ancora 7 punti di vantaggio Brindisi 59-51. Roma va sul +1 con il solito Goss (3-2). E’ il primo vantaggio. Sono tre minuti terribili per Brindisi che subisce il +8 (61-69). Bucchi cerca di mettere rimedio. Si affida al suo quintetto. Ma Roma è in progress, mentre Brindisi sembra accusare un po’ di fatica. Al 14’20” è 15-0 per Roma, Brindisi in completo black out. Non segna dal riposo. Sono 5’ di completo stop (61-72). A 3’13” dal termine il primo canestro dell’ultimo quarto di Gibson (64-76). Ad 1’ dal termine è 73-80. Poi il ritorno (tardivo) di Brindisi per il - 4 (82-86) con il quale s’è chiusa la gara.

Franco De Simone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400