Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 05:08

Altamura ha tre stelle Marvulli davanti a tutti

ALTAMURA - Cresce sana e forte l’atletica altamurana. Il futuro è oggi con un piccolo esercito di corridori, marciatori e specialisti. Arrivano i primi allori e nel frattempo la pratica sportiva vede aumentare gli appassionati. Mancano le strutture, è un handicap grave per il mondo sportivo locale. Ma evidentemente questa lacuna non frena la passione
Altamura ha tre stelle Marvulli davanti a tutti
ALTAMURA - Cresce sana e forte l’atletica altamurana. Il futuro è oggi con un piccolo esercito di corridori, marciatori e specialisti. Arrivano i primi allori e nel frattempo la pratica sportiva vede aumentare gli appassionati. Mancano le strutture, è un handicap grave per il mondo sportivo locale. Ma evidentemente questa lacuna non frena la passione.
I portabandiera di questa primavera sono principalmente tre. Su tutti Angelo Marvulli, campione italiano dei cadetti nel salto in lungo ai campionati assoluti di Firenze. Nella stessa kermesse si sono messi in vista anche Michele Roberto Ninivaggi, medaglia di bronzo nei 3000 metri piani, e Francesco Adriani, marciatore, ottavo classificato agli assoluti di Firenze nei 10 km. Tutti altamurani, primi passi nella Alteatletica di Mimmo Tirelli ed oggi sotto le insegne dei Giovani Atleti di Bari. Un orgoglio per il loro allenatore Michele Manicone. Ed una soddisfazione per i tre ragazzi nel vedersi premiati al Comune come «ambasciatori sportivi» con targhe consegnate da parte del sindaco Mario Stacca e dell’assessore Giovanni Saponaro.
E probabilmente il meglio deve ancora venire. Perché il movimento sta crescendo. Tutte le società sportive hanno lavorato anche sul vivaio nel tempo. Nell’ultimo anno è nata la Futuratletica che si occupa solo di ragazzi, dai 9 anni in su. E i risultati sono arrivati subito. Gli altamurani hanno vinto il Trofeo Puglia di marcia di quest’anno nella combinata maschile e sono arrivati al secondo posto nella combinata femminile dietro alla «Don Milani» di Mottola. Una promessa è Lorenzo Ninivaggi, classe 1997, nei 3000 metri. Buoni risultati anche per i giovanissimi Lucia Pinto e Francesco Pepe negli 800. Oltre ai vari titoli ottenuti dalla società altamurana, quattro ragazzi hanno ottenuto il pass per i campionati italiani cadetti a Jesolo: Mirko Lorusso (4 titoli regionali vinti nel 2012 e un titolo italiano Uisp), Angelo Berloco (velocità) ed i marciatori Lorenzo Ninivaggi e Giuseppe Barbieri. «È stato un anno pieno di soddisfazioni per gli atleti e i dirigenti dell’associazione - dice il direttore tecnico Claudio Lorusso -. Abbiamo visto tanti nuovi arrivi. Allenati dallo staff di tecnici, sapranno farsi notare l’anno prossimo. Il 2013 può essere l’anno della svolta».
L'obiettivo è anche quello di frenare l’esodo dei talenti verso altre società della regione. In mancanza di strutture pubbliche, la Futuratletica Altamura ha allestito una sede di allenamento presso la palestra scoperta del liceo Scientifico che è stata attrezzata alla buona anche per salto in lungo, lancio del peso, salto in alto, ostacoli per le corse. [o.br.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione