Cerca

Nuoto e pallanuoto una stagione esaltante

di Angelo La Capra
Il 2012 di pallanuoto e nuoto lucani si chiude con uno storico cambio al vertice della Fin di Basilicata. Il 23 dicembre, in occasione dell’assemblea regionale delle società, Roberto Urgesi è stato eletto nuovo presidente del Comitato regionale di Basilicata subentrando al presidente «storico» Vincenzo Nigro, che ha retto le sorti federali per circa un ventennio
Nuoto e pallanuoto una stagione esaltante
di Angelo La Capra 

Il 2012 di pallanuoto e nuoto lucani si chiude con uno storico cambio al vertice della Fin di Basilicata. Il 23 dicembre, in occasione dell’assemblea regionale delle società, Roberto Urgesi è stato eletto nuovo presidente del Comitato regionale di Basilicata subentrando al presidente «storico» Vincenzo Nigro, che ha retto le sorti federali per circa un ventennio.
«Questo è quanto successo in chiusura di un anno che sarà ricordato a lungo dagli appassionati di nuoto lucani – sottolinea Vincenzo Ostuni, neo consigliere regionale e tecnico di provata esperienza -. Nonostante la crisi, le società natatorie lucane non hanno lesinato sforzi per potenziare le loro attività agonistiche».
Il risultato di maggior rilevanza è stato sicuramente la promozione in serie nella A2 maschile di pallanuoto della Basilicata Nuoto 2000 a testimonianza della voglia di pallanuoto che vi è nel capoluogo e non solo. Nella pallanuoto femminile il progetto di fusione tra la Viviani e la Potenza Nuoto ha dato vita ad un unico progetto che ha reso vivo e molto promettente il vivaio del setterosa potentino; buoni segnali anche dalla pallanuoto materana con l’Agenzia dello Sport che nella C maschile è andata al di sopra delle attese.
«Il nuoto ha avuto una stagione a dir poco esaltante – sottolinea Ostuni -, sulla scia dei risultati dell’atleta nazionale Rocco Potenza si sono messi in evidenza tanti giovani campioni: Domenico Acerenza, vice-campione italiano nella farfalla, Mattia Sangiacomo e Vincenzo D’Egidio, ai primi posti nazionali nella rana, Leonardo Marchetta e Dario Mangieri, rivelatisiottimi fondisti, Michele Saporito, Giovanni Collazzo e Carlo Montano, che sono andati molto bene nelle prime esperienze in ambito nazionale; Federica Vaccaro, Rossana Stolfi Numida, Mimma Vena e Marta Pizzolla si sono confermate pluriprimatiste regionali di specialità. Inoltre, a coronamento di una scia di successi a livello nazionale, per la prima volta i migliori nuotatori lucani hanno partecipato ad una manifestazione internazionale, gli “Open del Portogallo” a Lisbona, con ottimi piazzamenti».
La Fin regionale ha inoltre organizzato sul territorio numerosi corsi di formazione per istruttori di nuoto ed assistenti bagnanti, esperienze formative, come sempre di alta qualità, che consentono ai tesserati di accedere a nuove opportunità lavorative.
«Adesso serve l’ultimo salto di qualità - commenta il neo presidente Roberto Urgesi – perché il nostro movimento merita un impianto in grado di ospitare manifestazioni di alto livello di nuoto e pallanuoto. Qualcosa si sta muovendo nei due capoluoghi, ma non c'è più solo un attimo da perdere se on si vuole dissipare quanto di buono si è prodotto in questi anni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400