Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:52

Il Foggia sarà una srl  aumentano pure i soci

di RAFFAELE FIORELLA
FOGGIA - Entro la metà del prossimo mese l’Acd Foggia dovrebbe cambiare forma giuridica, diventando una società a responsabilità limitata. Un passo atto a favorire l’allargamento della base societaria e l’irrobustimento finanziario del sodalizio. Obiettivi che il club rossonero intende perseguire il prima possibile, in modo da poter, con anticipo, programmare la prossima stagione e lavorare all’allestimento di una squadra in grado di competere per la promozione nella Serie C unica, il cui varo è previsto a partire dal 2014/15.
Il Foggia sarà una srl  aumentano pure i soci
raffaele fiorella

Entro la metà del prossimo mese l’Acd Foggia dovrebbe cambiare forma giuridica, diventando una società a responsabilità limitata. Un passo atto a favorire l’allargamento della base societaria e l’irrobustimento finanziario del sodalizio. Obiettivi che il club rossonero intende perseguire il prima possibile, in modo da poter, con anticipo, programmare la prossima stagione e lavorare all’allestimento di una squadra in grado di competere per la promozione nella Serie C unica, il cui varo è previsto a partire dal 2014/15.

«Avrei voluto concludere la trasformazione in srl entro il 31 dicembre ma non è stato possibile – ha spiegato ieri mattina, durante la conferenza stampa di fine anno, il presidente Davide Pelusi, al tavolo insieme al gruppo Lo Campo e al vice presidente Ciro Amodeo -. Ad ogni modo, la fase di perizia certificata è cominciata e ritengo che entro un paio di settimane tutto l’iter sarà completato. Suddivideremo le quote in parti uguali: ciascuna delle tre anime che ha dato vita alla società deterrà il 33%. Poi procederemo all’aumento di capitale. Ma il nostro auspicio è che il progetto incontri anche altri sostenitori. Siamo pronti a destinare a nuovi ingressi fino al 49% di quote, distribuite tra nuovi soci e l’azionariato popolare. Abbiamo avuto contatti con 4 gruppi che si sono detti interessati ad entrare in società – ha poi precisato Pelusi – ma attendono l’esito della perizia e la trasformazione in srl per avere contezza del valore del club e valutare per quale fetta di quote possono esporsi. Noi siamo aperti a chiunque voglia darci una mano, anche a gruppi non foggiani. Non conta la territorialità ma lo spirito con cui si aderisce al progetto».

Punto cruciale per il rilancio del calcio rossonero, secondo il presidente dell’Acd Foggia, è anche la completa messa a norma dello stadio, la cui capienza attualmente è limitata a 4400 posti. «E’ fondamentale avere per la prossima stagione una capienza di almeno 12500 spettatori. Il sindaco si è impegnato affinché, entro gennaio, riprendano i lavori riprendano per riaprire la curva nord e completare la messa a norma della curva sud. Inoltre, a breve presenteremo un progetto a Palazzo di Città per poter avere l’impianto in convenzione». «I lavori per le due curve sono già stati predisposti e la nostra ditta potrebbe ultimarli in breve tempo – ha aggiunto il dirigente dell’Acd Foggia Francesco Lo Campo –. Attendiamo che il Comune ci dia l’ok. Finora abbiamo eseguito tanti interventi allo stadio ma non ci è stato corrisposto un euro». Nel corso della conferenza, la società rossonera ha tracciato anche un bilancio dei suoi primi 5 mesi di vita. «Abbiamo avuto molte difficoltà – ha affermato Pelusi – ma questi ostacoli sono stati anche la nostra forza. Nel complesso sono soddisfatto. Il rapporto coi tifosi mi sta gratificando molto. Al di là di qualche punto perso all’inizio per alcuni errori e del calo tra novembre e metà dicembre, i risultati sono in linea con le nostre aspettative».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione