Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 19:45

Finale d'anno col botto per Juve T. e Fortitudo

di Nico Aurora
TRANI - Il finale dell’anno solare in corso è quanto di miglior auspicio ci possa essere per il 2013 in arrivo. Il basket tranese ha mangiato panettone e bevuto spumanti con quattro punti sotto l’albero, divisi fra la vittoria corsara della Fratelli Lotti a Barletta e quella casalinga della Fortitudo sul Lecce. Il successo particolarmente pesante è quello della Juve nel derby del Paladisfida, che ha confermato e rafforzato non soltanto la sensazione che quella bianconera sia una squadra dalle inesplorabili potenzialità, ma anche il rimpianto su quale avrebbe potuto essere la sua classifica se la rosa non fosse stata così a lungo tormentata dagli infortuni, a turno, di Raffaeli e Cancellieri
Finale d'anno col botto per Juve T. e Fortitudo
di Nico Aurora 

TRANI - Il finale dell’anno solare in corso è quanto di miglior auspicio ci possa essere per il 2013 in arrivo. Il basket tranese ha mangiato panettone e bevuto spumanti con quattro punti sotto l’albero, divisi fra la vittoria corsara della Fratelli Lotti a Barletta e quella casalinga della Fortitudo sul Lecce. Il successo particolarmente pesante è quello della Juve nel derby del Paladisfida, che ha confermato e rafforzato non soltanto la sensazione che quella bianconera sia una squadra dalle inesplorabili potenzialità, ma anche il rimpianto su quale avrebbe potuto essere la sua classifica se la rosa non fosse stata così a lungo tormentata dagli infortuni, a turno, di Raffaeli e Cancellieri. 

Infatti, quantunque coach Pasquale Scoccimarro abbia sempre predicato il verbo del «tutti sono utili e nessuno è indispensabile», pare evidente che privarsi di menti pensanti e mani calde come quelle dell’argentino e del barese abbia pesato, e non poco, nel rendimento complessivo della squadra.
Ma proprio a Scoccimarro bisogna dare atto di averci visto bene sia sui pivot, sia sui giovani, ai quali ha destinato sin dal primo momento spazi importanti.
In C regionale, invece, la vittoria con i salentini di sabato scorso ha restituito sorriso ed ottimismo ad una Fortitudo che, adesso, è attesa da qualche movimento di mercato per soffrire meno e risalire la corrente nella fase discendente del torneo, con due trasferte di fila a Brindisi e Castellana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione