Cerca

Vela - La «Tari II» ferma nella Terra del Fuoco

Per le avverse condizioni meteo è stata rimandata l'escursione in Antartide. L'equipaggio, con il velista materano Antonio Latorre, è rientrato ad Ushuaia
MATERA - E' rientrato ad Ushuaia (nella Terra del Fuoco) nella serata di ieri l' equipaggio della «Tari II», con il velista materano Antonio Latorre che, insieme allo skipper romano Antonio Guglielmo e ad altri due italiani, aveva doppiato Capo Horn la scorsa settimana.
La missione avrebbe dovuto comprendere anche un' escursione in Antartide, rinviata al prossimo anno a causa del peggioramento delle condizioni climatiche: «Sono rientrato appena in tempo a Ushuaia - ha detto Latorre - evitando una bella "sventagliata", di quelle che fanno piegare gli alberi. L'avventura è finita per il momento, nella Terra del fuoco, nella terra degli indios jamanas, dopo aver doppiato il mitico Capo Horn. Bisognerà aspettare il prossimo anno - ha aggiunto - per raggiungere l'Antartide. Il tempo che avevo a disposizione non è stato sufficiente».
Latorre lascerà la Terra del fuoco domani pomeriggio: il suo rientro a Matera è previsto per la la serata del 20 dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400