Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 18:39

Calcio/Serie A - Lecce sconfitto 2-1 a Treviso, che l'aggancia

Padroni di casa in vantaggio al 30' con Emanuele Filippini. Nella rispresa, i salentini si scuotono, ma arriva il raddoppio di Pinga al 64'. Dimezza Vucinic su rigore al 69'. Espulso Sicignano nel finale. Le due squadre appaiate all'ultimo posto • Lazio e Juventus pareggiano
Treviso LecceTREVISO-LECCE 2-1 (1-0)

TREVISO (4-4-2): Zancopè 6.5; Dellafiore 6, Cottafava 6 (21' st Giuliatto 6), Gustavo 6, Dossena 6; A.Filippini 6, Parravicini 6 (40' st De Martino sv), E. Filippini 6.5, Pinga 6.5; Reginaldo 6 (13' st Galeoto 6), Fava 6. In panchina: Handanovic, Chiappara, Aquafresca, Beghetto. Allenatore: Cavasin 6.
LECCE (4-3-3): Sicignano 6; Cassetti 5 (39' st Angelo 6), Diamoutene 5.5, Stovini 6, Rullo 5.5; Camorani 5.5 (1' st Ledesma 6.5), Del Vecchio 5, Valdes 6; Konan 6, Vucinic 6, Cozzolino 5 (22' st Pellè 6). In panchina: Benussi, Di Giorgio, Marianini, Svhiavi. Allenatore: Baldini 6.
ARBITRO: Rosetti di Torino 6.
RETI: 31' pt E.Filippini, 19' st Pinga, 24' st Vucinic (rigore).
NOTE: sereta fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori: 8 mila circa. Espulso: 42' st Sicignano per gioco scorretto. Ammoniti: Camorani, Del Vecchio, Pinga, A.Filippini, Valdes, E.Filippini. De Martino. Angoli: 2-2. Recupero: 1' pt, 5' st.

TREVISO - Il Treviso ha dovuto attendere ben sedici giornate per vincere la prima partita in casa. Battuto il Lecce per 2-1 nell'anticipo. Sono tre punti che danno respiro alla formazione di Cavasin che lascia l'ultimo posto in classifica agganciando lo stesso Lecce a quota 11.
Non si è visto un Treviso brillante, ma è stato bravo a saper sfruttare le giuste occasioni e a mostrare maggiore determinazione. Non è da bocciare il Lecce che, nonostante qualche buona giocata, non è stato incisivo in avanti e ha subito gol nei suoi momenti migliori.
Cavasin deve fare a meno dell'ex Viali, ma recupera Dossena. Reginaldo, che era in forse, è regolarmente al suo posto. Baldini deve rinunciare a Pinardi. Il tridente d'attacco è costituito da Konan, Vucinic e Cozzolino. Regna l'equilibrio nelle prime fasi di gioco. E' per il Lecce la prima occasione della partita con Zancopè che al 6' è costretto ad uscire su Konan lanciato a rete da Valdes.
Il Treviso risponde con un sinistro di Pinga dalla distanza che finisce alto. Il Lecce si fa vedere molto a destra dove Valdes sembra in giornata di grazia e gode anche di una certa libertà, mentre il Treviso gioca più sulla corsia centrale e Fava è controllato attentamente dalla retroguardia avversaria.
I giallorossi verticalizzano con facilità e al 20' è Konan a creare una buona occasione con un bel sinistro al volo a centro area che finisce fuori di poco. Il Treviso cresce intorno alla metà del tempo e al 27' sfiora il gol su un cross dalla sinistra non raccolto da Fava, poi sulla ribattuta di Reginaldo è bravo Stovini a mandare in angolo.
Al 30' l'1-0: assist di Reginaldo per Emanuele Filippini che controlla e supera Sicignano con un esterno destro. Dopo il gol il calciatore manda a quel paese il pubblico della tribuna sfogandosi per qualche critica subita. Baldini non attende la fine del tempo per operare il primo cambio e inserisce Angelo al posto di Cassetti che soffre troppo le iniziative di Reginaldo. Il Treviso viaggia sulle ali dell'entusiasmo, mentre il Lecce non riesce a creare pericoli.
Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio. Al ritorno in campo nuovo cambio di Baldini che inserisce Ledesma per Camrorani. Buono l'avvio della squadra di Baldini che entra in campo con un piglio diverso. Al 7' Zancopè anticipa in uscita Konan e poco dopo si oppone a una bella conclusione al volo in area di Vucinic. Cavasin decide di coprirsi e inserisce Galeoto per Reginaldo. Il Treviso controlla e al 16' va vicino al raddoppio con un sinistro di Pinga dal limite.
Al 19' arriva il 2-0: grande giocata del brasiliano Pinga che salta Diamoutene, entra in area e di destro batte Sicignano. La partita sembra finita, ma non è così perchè al 24' Rosetti punisce con il rigore un fallo di Antonio Filippini su Vucinic, cominciato fuori dall'area. Lo stesso attaccante trasforma la sua quinta rete stagionale.
Il Lecce ci prova ma non riesce mai a rendersi pericoloso e chiude in 10 per l'espulsione di Sicignano al 42' per fallo su Emanuele Filippini lanciato a rete. In porta per gli ultimi minuti va Del Vecchio. In pieno recupero Fava manca il 3-1 facendosi respingere un tiro a botta sicura dall'improvvisato portiere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione