Giovedì 16 Agosto 2018 | 12:05

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Juventus, avanti il prossimo: la Lazio

I bianconeri sono padroni del campionato (e vincono nei tribunali). Ci provano i biancocelesti a fermarli nell'anticipo serale della 16ª giornata di serie A. Le inseguitrici sperano, ma intanto devono pensare a vincere: l'Inter in casa della Reggina, la Fiorentina a Empoli, il Milan in casa contro il Messina
La Juventus è padrona del campionato e ogni settimana, d'ora in avanti, si ripeterà il rito della speranza: inseguitori della capolista, televisioni che «vendono» le partite ecc. auspicano che i bianconeri vengano fermati da qualcuno. Fra l'altro, la Juve ha vinto pure in tribunale! Ha fatto un anno in testa alla classifica, ed è andata su tutti i fronti: una rovina per gli avversari. Andando a leggere le graduatorie di tutti i campionati europei, dopo il turno dell'ultimo week-end, si può facilmente notare che la squadra di Capello va meglio di tutti con 42 punti in 15 partite. Solo il Lione e il Chelsea la superano, ma con più partite giocate: i francesi han fatto 44 punti in 18 partite, gli inglesi 43 in 16 gare. Gli altri? Il tedesco Bayern 41 in 16, gli spagnoli Barcellona e Osasuna 34 in 15, gli olandesi AZ Alkmaar e Feyenoord 35 in 15. Insomma, Juve leader europea (vedremo che succederà in Champions contro il Werder).
La Lazio, nell'anticipo, potrà fermarla? Vedremo. A Livorno i biancocelesti hanno perso, pur giocando bene, ma questa è stata una settimana turbolenta a causa del gesto di Di Canio. I bianconeri invece sono rimasti tranquilli. I soli problemi seri ora riguardano Emerson (che difficilmente recupererà) e Buffon. Il portierone è stato degnamente sostituito da Abbiati, ma ci si chiede -anche in chiave azzurra- quando e «come» tornerà? E già: è una domanda che si fa pure Lippi. La Lazio in casa non ha mai perso e ha totalizzato 17 dei 22 punti che ha in classifica.
Gli inseguitori? Il derby della Madonnina ha portato l'Inter al secondo posto, a dieci punti di distanza. I nerazzurri -che contano ottimisticamente di recuperare il terreno perduto- giocheranno a Reggio Calabria. La squadra di Mazzarri in casa non ha mai pareggiato: cinque vittorie e tre sconfitte che hanno fruttato 15 dei 17 punti in classifica. Inoltre ha inanellato quattro gare senza sconfitte, ha perso Franceschini ma recupererà Tedesco, mentre Amoroso non è al meglio. Mancini ha trovato un assetto più stabile con Figo, Veron, Cambiasso e Stankovic a centrocampo. Adriano ha ripreso a far gol: ne ha totalizzato otto. La retroguardia nerazzurra è difficile da superare. Con l'Ajax in Champions ne avremo la conferma. Intanto qualcuno pensa male di Blatter, in casa Inter: il presidente Fifa vorrebbe che ogni club schierasse almeno sei giocatori della propria nazione. Una sciagura per il poco patriottico Mancini, che ha fatto giocare anche undici stranieri. Per adesso comunque i tifosi nerazzurri vorrebbero anzitutto tenere a distanza i cugini del Milan, i quali sono in grandi ambasce.
Nelle ultime quattro partite hanno perso tre volte, vinto all'ultimo istante (Inzaghi) contro il Lecce, e preso nove gol. Ma stavolta l'avversario si chiama Messina (privo di Coppola) Ancelotti spera di farcela, anche se in passato i peloritani gli han fatto degli schierzi;Senza Nesta e Maldini centrali (Kaladze e Stam) i rossoneri non possono nemmeno pensare lontanamente a una non-vittoria: che Natale sarebbe? Va bene che negli anni scorsi è capitato già qualche volta ai rossoneri di passare male le feste di fine d'anno e di riprendersi alla grande all'inizio dell'anno nuovo, ma mercoledì prossimo il Milan sarà a Livorno, dove il caro Donadoni vorrà far vedere al suo ex presidente quant'è bravo; Si sa che l'obiettivo rossonero ora è la Champions, col permesso del Bayern.
La Fiorentina ha vinto in maniera non molto brillante contro il Treviso e adesso affronterà il trasferta il derby con quell'Empoli che ha perso quattro partite di fila. Il recupero di Jorgensen potrebbe coincidere con il ritorno al bel gioco, da parte della squadra di Prandelli.
I risultati più recenti (campionato e UEFA) hanno rilanciato il Palermo, cui dovrà far visita il Livorno (dieci punti in quattro partite). I labronici riavranno Vargas in difesa, dopo le sofferenze vissute contro la Lazio, mentre Del Neri ha il problema
del portiere: Guardalben è sempre incerto. Belle partite saranno Sampdoria- Roma e Chievo-Udinese. Gli esiti di Coppa dovrebbero dar forza ai giallorossi contro i delusi soriani. Spalletti sarà senza Montella, Cassano e Kuffour. Il Chievo vorrà riprendere la marcia positiva contro un'Udinese che viene da tre sconfitte e sarà priva di una decina di titolari.
Nella lotta per la salvezza: il Siena, privo di tanti infortunati, ospiterà un Parma in ambasce (un punto in quattro gare, problemi di tutti i tipi); il Cagliari di Sonetti, dopo la botta di Torino, vorrà battere l'Ascoli, re dei pareggi (otto); il Treviso, che ha l'attacco più debole del campionato (otto gol, mezzo a partita), ci proverà contro un lecce che nelle ultime quattro partite ha perso solo a San Siro (in maniera rocambolesca), totalizzando sette punti e ritrovando Vucinic che ha segnato quattro gol. Insomma, per molti è ora di svegliarsi.

Queste le terne arbitrali, con il quarto uomo, per le partite della 16ª giornata del campionato italiano di calcio di serie A in programma domenica alle 15

Cagliari-Ascoli: Rodomonti di Roma (Stefani-Padovan, Girardi)
Chievo-Udinese: Banti di Livorno (Foschetti-Ghiandai, P. Mazzoleni)
Empoli-Fiorentina: Paparesta di Bari (Lanciani-Ceniccola, Bergonzi)
Lazio-Juventus (sabato 20,30): Pieri di Lucca (Stagnoli-Rossomando, N.Ayroldi)
Milan-Messina: Tagliavento di Terni (Biasutto-Fornasin, Tombolini)
Palermo-Livorno: Palanca di Roma (Romagnoli-Gemignani, Ciampi)
Reggina-Inter: Bertini di Arezzo (Ivaldi-Strocchia, M.Mazzoleni)
Sampdoria-Roma (20,30): Rocchi di Firenze (Consolo-Pirondini, Dondarini)
Siena-Parma: Dattilo di Locri (Lanciano-D'Agostini, Saccani)
Treviso-Lecce (sabato 18,00): Rosetti di Torino (Faverani- Di Fiore, Brighi).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 
Giancaspro, si torna in aulaQuel crac pieno di manovre

Giancaspro, si torna in aula
Quel crac pieno di manovre

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 

GDM.TV

Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato
e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 

PHOTONEWS