Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:56

La Pielle trionfa al memorial Mazzilli

di Nanni Veglia
MATERA - Importante esperienza formativa per la Pielle, che ha preso parte domenica scorsa al secondo memorial Mazzilli, organizzato dalla Scuola Minibasket Casillo di Corato e riservato alla categoria Esordienti (nati 2001 e 2002), torneo in memoria del giovane cestista coratino Luigi Mazzilli, scomparso prematuramente
La Pielle trionfa al memorial Mazzilli
di Nanni Veglia 

MATERA - Importante esperienza formativa per la Pielle, che ha preso parte domenica scorsa al secondo memorial Mazzilli, organizzato dalla Scuola Minibasket Casillo di Corato e riservato alla categoria Esordienti (nati 2001 e 2002), torneo in memoria del giovane cestista coratino Luigi Mazzilli, scomparso prematuramente.
Una giornata di festa, di sana competizione e di buoni sentimenti, nella consapevolezza dell’importanza dello sport come veicolo di socializzazione e nella crescita umana di ogni individuo.
Protagonisti dell’evento, svoltosi nel centro pugliese, sono stati, oltre ai padroni di casa, presenti con due squadre, l’Enel Brindisi, il Basket Calimera, la Polisportiva Basket Bitritto, i Delfini Monopoli, il Green Basket Ruvo e la Pielle Matera, con l’istruttore Natale Peragine ed il responsabile del centro minibasket Giovanni Papapietro. I centri minibasket si sono affrontati in una serie di gare entusiasmanti, in cui sono emersi anche interessanti spunti tecnici. Durante la pausa pranzo, grandi e piccoli hanno avuto modo di sperimentare il valore dell’aggregazione, ed a fine torneo premiazioni per tutte squadre, per un momento particolarmente emozionante dalla presenza dei genitori e del fratello di Luigi Mazzilli.
Ad aggiudicarsi il torneo è stata la Pielle, che in finale ha superato di misura l’Enel Brindisi riconfermando il successo ottenuto lo scorso anno. «Il risultato agonistico è marginale rispetto ala bella esperienza che hanno fatto i bambini. Certamente ha fatto piacere aver confermato il successo dello scorso anno, ma l’obiettivo deve sempre restare la formazione del bambino», ha commentato Papapietro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione