Cerca

Basket - Taranto sciupone in Sicilia

Dopo essere andata vicina al "tris" di vittorie consecutive, la squadra di Corno passa dal +13 al -3 nel giro di 10 minuti contro il Ribera nel posticipo della dodicesima giornata della serie A1 femminile. 67-64 il risultato finale (parziale finale di 25-9), prima sconfitta del nuovo tecnico
BANCO DI SICILIA RIBERA-PASTA AMBRA TARANTO 67-64 (13-22, 30-41, 42-55)

BANCO DI SICILIA RIBERA - Stabile 10, Falauto ne, Cerretti 1, Skrastina 8, Maimone, Reves 7, Viglione 23, Zanon 6, Perfetti 4, Hoffman 8 (coach Orlando);
PASTA AMBRA TARANTO - Greco, Swoopes 15, Cattani, Franchetti 3, Costalunga 10, Pedrazzi, Bjelica 15, Bonafede 4, Phillips 15, Tassara 2 (coach Corno);
ARBITRI - Moretti (PG) e Beneduce (CE).

Primo ko per Aldo Corno sulla panchina jonica. Dopo essere andata vicina al "tris" di vittorie consecutive, la Pasta Ambra Taranto è caduta a Canicattì. 67-64 il risultato finale per il Ribera, che ha avuto il grande merito di credere nella rimonta sino all'ultimo minuto. Ottime le prime tre frazioni per Franchetti e compagne, completamente da dimenticare la quarta, in cui le siciliane hanno piazzato un parziale di 25-9.
La gara. Nei primi minuti parte bene Ribera. Soprattutto in attacco le isolane si fanno valere (8-5). Taranto sbaglia più del dovuto. Corno cambia anche qualcosa, facendo entrare Costalunga e Franchetti rispettivamente al posto di Greco e Tassara. La reazione c'è. Il break delle joniche arriva tra il 7' e l'8': prima l'uno-due di Phillips e Swoopes, poi una "tripla" di Franchetti ed un canestro di Costalunga. Il parziale è di 9-0 per la Pasta Ambra (14-9). Il quintetto di Corno è padrone del campo. I contropiedi rossoblu sono micidiali. Si va al secondo quarto sul 22-13 per Taranto.
Il copione non cambia nei secondi 10': le joniche dominano sotto i tabelloni (Phillips in gran spolvero) e non solo (25-18, 4'). Swoopes e compagne conservano un buon vantaggio. Tassara, appena rientrata, firma il +10. Qualche secondo più tardi la Pasta Ambra arriva sul 35-23 (8'). Il Banco di Sicilia non riesce a graffiare. E le rossoblu chiudono con 11 punti di scarto la frazione.
Il Cras Basket continua ad esprimersi su ottimi livelli nel terzo tempo. Bjelica "passeggia" in campo, e garantisce come al solito qualità all'impianto tecnico-tattico messo in piedi da Corno; Phillips non sbaglia nulla. Al 5' le rossoblu sono sul 49-37. Ribera non se la passa bene per i falli: Hoffmann e Zanon sono vicine al limite. Un colpo d'alta scuola di Swoopes fa allungare le joniche: +14 al 7'. Si fa vedere di nuovo Greco. Esce Bjelica, gravata da quattro falli. Corno gioca anche le carte Pedrazzi e Bonafede.
Si va all'ultimo periodo. Taranto parte dal +13. Il Banco di Sicilia dimezza lo svantaggio nel giro di tre minuti (48-55). Il match diventa più intenso. Corno chiama time-out e butta nella mischia di nuovo Costalunga. Ribera va sul -4 (51-55) grazie ad una "bomba" di Viglione. Ma non è finita. La compagine di Orlando insiste e va sul 12-0 di parziale. Al 5' è 55 pari, la Pasta Ambra è nel pallone. Il primo canestro giunge solo dopo 6' (2 su 2 di Bjelica dalla lunetta). Gli ultimi minuti sono concitati, e c'è equilibrio. La spunta però Ribera, più lucida e determinata. Pasta Ambra ha la palla per il sorpasso a pochi secondi dal termine, ma non la sfrutta. E' Ribera a festeggiare la vittoria, dopo una straordinaria rimonta. Grande occasione sprecata per le tarantine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400