Cerca

Manfredonia, il mercato si sgonfia

di Michelangelo Guerra
MANFREDONIA - Ci vorrà più tempo del previsto prima che il Manfredonia completi i ranghi. Ieri, infatti, si era parlato di poche ore ancora di attesa, per l’annuncio del centrocampista centrale. Oggi, invece, i tempi stimati dalla società sono diversi, ma non dovrebbero andare oltre la giornata del 17 dicembre, data ultima per i trasferimenti delle liste, perché poi rimarrebbe soltanto il mercato dei calciatori svincolati
Manfredonia, il mercato si sgonfia
di Michelangelo Guerra 

MANFREDONIA - Ci vorrà più tempo del previsto prima che il Manfredonia completi i ranghi. Ieri, infatti, si era parlato di poche ore ancora di attesa, per l’annuncio del centrocampista centrale. Oggi, invece, i tempi stimati dalla società sono diversi, ma non dovrebbero andare oltre la giornata del 17 dicembre, data ultima per i trasferimenti delle liste, perché poi rimarrebbe soltanto il mercato dei calciatori svincolati. 
In sostanza, lo staff tecnico e la dirigenza dei bianco-celeste stanno ancora vagliando alcune soluzioni per accontentare le richieste del mister ma di fatto pare ci siano delle non meglio precisate difficoltà per concludere la trattativa vincente ed il tutto, ovviamente, non fa dormire sonni tranquilli al trainer sipontino, preoccupato, tra l’altro, anche dalle notizie che provengono dall’infermeria che riguardano Pasquale D’Arienzo, Amedeo Di Pinto e Tommaso Vairo, un tris alle prese con infortuni di natura diversa. Per il primo, infatti, si tratterebbe di problemi muscolari emersi all’improvviso poco prima del’esordio con la maglia del Manfredonia sul campo del Tricase. Gli altri due sono alle prese con traumi contusivi. In conclusione, sentito il mister, per D’Arienzo non esistono probabilità di impiego nel prossimo derby contro il Vieste perché sono in via di conclusione accertamenti ecografici più approfonditi. Discorso leggermente diverso per Di Pinto e Vairo, le cui percentuali non vanno però oltre il 30% e di conseguenza ogni discorso va obbligatoriamente rimandato alla mattinata di domenica. «Di sicuro non ci piangeremo addosso - commenta Franco Cinque - ma dispiace doversi trovare di fronte a certe situazioni che di fatto ti impediscono di lavorare come avresti voluto. A questo punto è chiaro che per domenica di necessità dovremo farne virtù, ma non è la solita frase ad effetto, bensì la consapevolezza di poter comunque contare su di un gruppo che non lesina energie ed impegno, sia in allenamento che nelle partite ufficiali. E’ già successo contro il Terlizzi, quando abbiamo avuto dei problemi in termini numerici, e sono convinto che anche questa volta chi andrà in campo darà il massimo perché i ragazzi non mollano un attimo, pensano sempre in positivo e pertanto confido in loro». In tema di mercato, come si diceva in apertura, la situazione è ancora fluida e lo conferma lo stesso Cinque. «Sarò ripetitivo - conclude - ma ribadisco che non cerco regali natalizi. Ci serve un centrocampista».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400