Cerca

Nuoto - Magnini e Pellegrini d'oro agli Europei in vasca corta

I successi sono arrivati a Trieste nei 200 sl maschili (doppietta azzurra, visto l'argento di Rosolino) e nei 200 sl femminili (affermazione ex aequo con la svedese Lillhage). Argento di Chiuso nei 50 sl femminili. Bronzi di Boggiatto nei 100 rana femminili e di Bossini nei 200 rana maschili
TRIESTE - Medaglie d'oro e d'argento agli azzurri Filippo Magnini e Massimiliano Rosolino nei 200 stile libero maschili ai campionati europei di nuoto in vasca corta, che si concludono oggi a Trieste. Magnini ha vinto col tempo di 1'42"89, battendo il record stabilito da Giorgio Lamberti 15 anni fa, l' 11 febbraio 1990, a Bonn con 1'43"64. Rosolino è arrivato secondo con il tempo di 1'43"32.
L'altra affermazione odierna è, nella finale dei 200 stile libero femminili, di Federica Pellegrini, che ha chiuso la gara ex aequo con la svedese Josefin Lillhage: entrambe hanno nuotato in 1'55"54. Tempo, questo, che, oltre all'oro, vale alla Pellegrini il suo nuovo primato italiano (la diciassettenne di Mirano, argento ad Atene, lo aveva stabilito lo scorso 26 novembre agli Assoluti di Trieste con 1'56"15).
L'azzurra Cristina Chiuso ha conquistato la medaglia d'argento nella finale dei 50 stile libero femminili, ai campionati europei di nuoto in vasca corta, in fase di conclusione a Trieste. Chiuso, che ha realizzato un tempo di 24"37, si è piazzata a soli cinque centesimi dalla vincitrice, l'olandese Marleen Veldhuis, ed ha migliorato sia nel corso della semifinale che della stessa finale il precedente record italiano della specialità, che era stato stabilito da lei stessa e nella stessa vasca il 26 novembre scorso, in occasione dei campionati italiani assoluti, con 24"86.
Nei 100 rana femminili, l'azzurra Chiara Boggiatto ha conquistato il terzo posto con il tempo di 1'06"98, alla pari con la tedesca Simone Weiler. Boggiatto, che ha stabilito il nuovo record italiano, battendo il primato di 1'07"39 fatto registrare il 3 luglio 2004 a Imperia da Veronica Demozzi, è stata battuta dalla polacca Beata Kaminska (oro in 1'06"98) e dalla russa Elena Bogomazova (argento in 1'06"89).
Bronzo anche per Paolo Bossini nella finale dei 200 rana maschili. L'azzurro ha chiuso al terzo posto con il tempo di 2'07"70. A batterlo sono stati il polacco Slawomir Kuczko, oro in 2'07"01, ed il russo Grigory Falko (2'07"01).

Ieri altro grande acuto di Filippo Magnini. L'iridato di Montreal ha vinto i 100 sl in 46.52, tre centesimi in meno del record europeo firmato al venerdì in semifinale. Argento e doppio record italiano nei 50 rana per Alessandro Terrin: prima col miglior crono delle semifinali in 26.86, poi col tempo di 26.79 in finale. Bronzo di Federica Pellegrini nei 400 sl con il primato italiano di 4.02.81. Record italiano della 4x50 mista composta da Gemo, Boggiatto, Maccagnola e Chiuso in 1.50.16, quarto tempo della finale. Mondiale della Manaudou ed europeo di Prilukov.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400