Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 15:40

«Omaggio al mare» per la tappa salinara del 96° Giro d’Italia

di COSIMO DAMIANO DAMATO
Margherita di Savoia sarà città di tappa di arrivo del prossimo Giro d’Italia e già nella città delle Terme e del sale si lavora ai preparativi per il 9maggio quando la sesta tappa del 96° Giro d’Italia approderà nella città ofantina. Una grande occasione per aprire la stagione turistica, il comitato di tappa, presieduto dall’ex sindaco Gabriella Carlucci, è già al lavoro per il calendario di eventi
«Omaggio al mare» per la tappa salinara del 96° Giro d’Italia
di COSIMO DAMIANO DAMATO

«Due ragazzi del borgo cresciuti troppo in fretta u n’unica passione per la bicicletta, un incrocio di destini in una strana storia di cui nei giorni nostri si è persa la memoria una storia d’altri tempi, di prima del motore quando si correva per rabbia o per amore». Così Francresco De Gregori rendeva omaggio al campione Girardengo che correva in un periodo caratterizzato dai grandi valori, quando il Giro d’Italia era orgoglio e cultura per la nostra nazione. Quelle atmosfere si vivono ancora solo quando il Giro attraversa le piccole comunità come quelle del Sud, dove si respira ancora quella purezza e dove sale l’adrenalina di sentirsi partecipi del patrimonio sportivo italiano. 

Margherita di Savoia sarà città di tappa di arrivo del prossimo Giro d’Italia e già nella città delle Terme e del sale si lavora ai preparativi per il 9maggio quando la sesta tappa del 96° Giro d’Italia approderà nella città ofantina. Una grande occasione per aprire la stagione turistica, il comitato di tappa, presieduto dall’ex sindaco Gabriella Carlucci, è già al lavoro per il calendario di eventi: dalla quarta edizione di Omaggio al Mare al birdwatching-day della Riserva Naturale, all’aper tura straordinaria dei lidi balneari alle visite guidate al Museo Storico della Salina. Il rosa del resto è il colore di Margherita di Savoia, la corsa in bicicletta con la maglia rosa fa pensare alla poetica apertura alare dei fenicotteri rosa. 

«La tappa che ti rimarrà nel cuore» è lo slogan scelto dal comitato tappa coordinato da Ruggiero Torraco, ex campione mondiale juniores che continua a dedicare il suo tempo a questa antica passione forgiando intere generazioni all’amore per questo sport che è grande metafora della vita, carico di valori quali la libertà, la fatica della salita e la conquista della vetta. Straordinaria la fotografia promozionale scelta per la tappa salinara, un ritratto d’autore dell’artista Gianni Galantucci che ritrae una donna mediterranea in una strada di sale che porta un cesto di ristoro ad un corridore, uno scatto che ha conquistato i delegati del Giro d’Italia che si sono innamorati della bellezza di Margherita. L’ultimo ricordo è quello della partenza di una tappa del Giro d’Italia vinta da Gismondi: erano gli anni 80, fu una vera festa. Il percorso questa volta non attraverserà solo il paese ma si snoderà proprio lungo gli specchi d’acqua per poi arrivare nella piazza Dalla Chiesa. L’evento che supporterà il giro sarà “Omaggio al mare”, ideato dall’associazione Valle Ofanto in collaborazione con il Sindacato Balneari Italiani, un evento che rilancia l’attività della pesca, ridando dignità ai marinai e alla loro storia. Tre giorni di eventi che vedranno gare di pesca sportiva, regate veliche e laboratori del gusto e poi la musica d’autore. “O’maggio al Mare” significa anche riapertura dei lidi balneari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione