Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 23:38

Foggia, che colpo c’è Pietro Famiano

di Raffaele Fiorella
La prima linea del Foggia può contare su un nuovo rinforzo. Il club rossonero ha ingaggiato Pietro Famiano, attaccante di 29 anni che in questa prima parte di stagione ha giocato con il Potenza. La nuova punta, a disposizione del tecnico Padalino già dal derby di domani con il Monopoli, è stata presentata ieri mattina. Ad introdurre l’ex numero 10 dei lucani il direttore generale Sario Masi e il direttore sportivo Giuseppe Di Bari
Foggia, che colpo c’è Pietro Famiano
di Raffaele Fiorella 

La prima linea del Foggia può contare su un nuovo rinforzo. Il club rossonero ha ingaggiato Pietro Famiano, attaccante di 29 anni che in questa prima parte di stagione ha giocato con il Potenza. La nuova punta, a disposizione del tecnico Padalino già dal derby di domani con il Monopoli, è stata presentata ieri mattina. Ad introdurre l’ex numero 10 dei lucani il direttore generale Sario Masi e il direttore sportivo Giuseppe Di Bari. «Un acquisto in linea con gli altri che abbiamo concluso finora – ha detto Masi – e volti a migliorare la rosa anche in termini di personalità, dote che ci è mancata un po’ in questa prima parte della stagione». Il direttore generale rossonero ha poi colto l’occasione per un inciso sugli aspetti societari di cui il presidente Pelusi e gli altri soci stanno dibattendo in questi giorni: «La società va avanti con lo stesso assetto con cui si è costituita e con la stessa compattezza che c’era ad agosto. A breve daremo corso alla trasformazione in s.r.l.». Nato a Marcianise (Caserta) nel 1983, Famiano è cresciuto nel settore giovanile della Juventus, per poi passare alla Triestina (due stagioni in B ma senza presenze) e maturare esperienze in C2, a Nocera e Giugliano e in D con Giugliano, Bacoli, Turris, Orvietana, Real Rimini, Battipagliese e Potenza. Due mesi fa, allo Zaccheria, fu il migliore dei rossoblù (colpì due traverse) ma anche il più nervoso (scintille con Quinto). «Cose che in campo possono capitare ma a fine partita era già tutto finito – ha spiegato Famiano -. Col Potenza ho segnato 5 gol in 10 presenze e colpito ben 8 legni, di cui 4 in una sola partita, contro la Battipagliese. Spero di essere più fortunato col Foggia. Sono una seconda punta ma posso fare anche il trequartista. Prediligo agire nell’attacco a 2 ma non avrei problemi a misurarmi con altri moduli. L’importante è giocare e dare il massimo. Mi piace segnare ma è bello anche mandare in gol i compagni. Ho trovato un bel gruppo, giovane e finora forse penalizzato in alcune partite a causa dell’inesperienza. Ora è importante fare risultati positivi in queste gare che precedono la sosta natalizia. Ho voglia di far bene e il campo dirà se meriterò di restare qui anche nella prossima stagione». Ieri pomeriggio il primo allenamento di Famiano con i nuovi compagni e con gli altri tre acquisti di questo mercato di riparazione: Picascia, D’Ambrosio e Compierchio. Nella seduta sul sintetico di Ordona prove di 3-5-2. Almeno un paio dei nuovi innesti potrebbero debuttare già dal primo minuto contro il Monopoli, gara che non vedrà i tifosi biancoverdi sugli spalti (trasferta vietata dalla Prefettura di Foggia). In odore d’esordio Picascia e D’Ambrosio. Padalino scioglierà gli ultimi dubbi nella rifinitura di questa mattina. Resta in prova l’esterno di centrocampo Caputo, mentre Carlucci fa ritorno a casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione