Giovedì 16 Agosto 2018 | 12:04

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Pallavolo - Santeramo sorride, Taranto di più

L'Alfieri ha conquistato contro il Tortolì la prima vittoria nel campionato di A1 femminile. Decisivo l'ingresso nel terzo set di Siressi, quindicenne prodigio. Il Prisma si è isolato in testa alla classifica di serie A2 maschile e conta di rimanerci dopo Mantova, avversartia del turno dell'8 dicembre
BARI - Sulla scia dell'entusiasmo della Kenwood cup (disputata nella cittadina barese), l'Alfieri Santeramo ha conquistato la prima vittoria nel campionato di A1 femminile battendo per 3-2 il Tortolì. Decisivo è stato l'ingresso nella terza partita di Imma Siressi, quindicenne prodigio che ha disputato una gara perfetta. «Sono felice per il mio esordio e soprattutto per la vittoria - ha detto la giovanissima promessa della pallavolo pugliese -, devo ringraziare il tecnico per la fiducia che mi ha accordato inserendomi in un momento delicato della partita».
Il Santeramo, dopo essersi sbloccato in campionato, conta di proseguire sulla strada intrapresa già giovedì in Coppa Italia (contro il Vicenza) e domenica nella nuova sfida di campionato con il Chieri.

Grande soddisfazione anche a Taranto nel torneo di A2 maschile. «C'è poco da commentare. Contano i fatti, e i fatti sono i tre punti che abbiamo conquistato e ci consentono di rimanere in testa alla classifica». Vincenzo Di Pinto, allenatore della Prisma, non va troppo per il sottile nel commentare il successo interno per 3-0 ottenuto contro l'Arezzo, a cui si sono aggiunte le sconfitte contemporanee delle due inseguitrici, Crema e Castellana. «E' chiaro che si può ancora migliorare nel gioco - prosegue Di Pinto - ma si deve tener conto che si gioca ogni tre giorni. In più nelle ultime ore qualche giocatore, come Schuil, ha avuto problemi fisici ed è stato rimesso in piedi miracolosamente dallo staff medico. Occorre essere essenziali, non si può essere sempre in forma al cento per cento. Anche a Gioia del Colle, pur perdendo al tie-break, abbiamo disputato una buona gara. Neppure le altre formazioni riescono a giocare sempre al massimo, come dimostra ad esempio la sconfitta del Crema».
La squadra intanto ha ripreso oggi la preparazione in vista dell'ennesimo turno infrasettimanale previsto per giovedì 8 dicembre. Taranto dovrà difendere il primo posto solitario sul parquet di Mantova.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Foggia da lavori in corsoNeamber al rush finale

Foggia da lavori in corso
Neamber al rush finale

 
Lecce cerca i tasselli giustiBovo certezza per la difesa

Lecce cerca i tasselli giusti
Bovo certezza per la difesa

 
Giancaspro, si torna in aulaQuel crac pieno di manovre

Giancaspro, si torna in aula
Quel crac pieno di manovre

 
Il Bari sempre più vicino alla Dadesso è corsa contro il tempo

Il Bari sempre più vicino alla D
adesso è corsa contro il tempo

 
Foggia batte Cerignola 2-0nell'amichevole allo Zaccheria

Foggia batte Cerignola 2-0
nell'amichevole allo Zaccheria

 
Il Bari va diritto su CastoriLa panchina il punto chiave

Il Bari va diritto su Castori: la panchina è il punto chiave

 
Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Atletica, la pugliese Palmisano

Bronzo per la pugliese Antonella Palmisano nella 20 km di marcia

 

GDM.TV

Leuca, Gdf intercetta cabinatoe veliero con 24 migranti: 3 arresti

Leuca, Gdf intercetta cabinato
e veliero con 24 migranti: 3 arresti

 
Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

Giovinazzo diventa magica: con danze sull'acqua e luci multimediali

 
Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 

PHOTONEWS