Cerca

Calcio/Serie B - Bari-Arezzo, un tranquillo pareggio

Allo stadio San Nicola gol dei padroni di casa al 5' con Pagano, ma all'11' un rigore di Abbruscato fissa il punteggio sull'1-1. Luigi Anaclerio coglie il palo dal dischetto • I risultati della 18ª giornata • La classifica • Il prossimo turno: il Bari gioca lunedì a Modena
Calcio - Bari Arezzo BARI-AREZZO 1-1
• BARI (4-4-2): Gillet 6; Bellavista 6.5, Esposito 6 (27'st Belmonte 6), Micolucci 6, Anaclerio M. 6.5 (40'st Romanelli sv); La Vista 6 (17'st Maah 6), Gazzi 6.5, Rajcic 6, Pagano 6.5; Santoruvo 6, Anaclerio L. 6.
In panchina: Spadavecchia, Mora, Candrina, Berardi.
Allenatore: Carboni 6
• AREZZO (4-3-2-1): Bressan 7; Raimondi 6.5, Carrozzieri 6, Conte 7, Barbagli 6.5; Confalone 6, Di Donato 6, Roselli 6.5; Antonini 6 (43'st Venturelli sv), Floro Flores 6 (15'st Bricca 6); Abbruscato 6 (47'st Simonetta sv).
In panchina: Bremec, Falomi, Cutolo, Beati.
Allenatore: Gustinetti 6
• ARBITRO: Rosetti di Torino 5.5
• RETI: 5' pt Pagano, 11' pt Abbruscato (rig).
NOTE: Pomeriggio freddo e ventilato, terreno in discrete condizioni. Spettatori: 3.000 circa. Angoli 10-1 per il Bari. Espulsi al 1'st Roselli ed al 44'st Maah per somma di ammonizioni. Ammoniti Roselli, Barbagli, M.Anaclerio, Maah. Recupero: 0'; 3'.

BARI - Il Bari, decimato da infortuni e squalifiche, non è andato oltre il pari contro l'Arezzo allo stadio San Nicola, nonostante per tutto il secondo tempo abbia giocato in superiorità numerica per l'espulsione di Roselli. Deludente è stato l'arbitraggio dell'internazionale Rosetti: ha concesso due rigori apparsi inesistenti (il fallo del primo concesso all'Arezzo era fuori area, sul secondo La Vista cade in area senza nessun contatto con Conte), mentre ha espulso meritatamente Roselli e Maah per doppia ammonizione.
Nel primo tempo Bari e Arezzo si sono affrontati senza scoprirsi: ben chiuso il centrocampo del Bari con Gazzi e Rajcic a fare filtro da un lato ma incapaci di disegnare trame offensive; Roselli e Di Donato a costruire argini dall'altro, con Confalone largo sulla sinistra pronto ad appoggiare il gioco delle punte.
Il vantaggio dei pugliesi al 5', con una iniziativa personale di Pagano, poteva far immaginare una gara in discesa per Santoruvo e compagni, ma dopo soli 6' Rosetti sanzionava una entrata scomposta di Bellavista (fuori area) con un rigore trasformato da Abbruscato (alla nona marcatura stagionale). Alla mezz'ora una combinazione in velocità tra Floro Flores e Abbruscato (con quest'ultimo in ritardo nella conclusione) metteva i brividi a Gillet. Al 39' l'arbitro Rosetti concedeva il secondo rigore della giornata per un atterramento di La Vista (spintonato da Conte): Luigi Anaclerio dagli undici metri si faceva ipnotizzare da Bressan e colpiva il palo, sulla ribattuta di Pagano c'era Conte a mettere in angolo.
Nella ripresa Roselli con un fallo plateale a centrocampo su Luigi Anaclerio guadagnava il secondo giallo e l'espulsione, lasciando così in dieci i suoi compagni: il Bari, nonostante la superiorità numerica e l'ingresso della punta Maah per il tornante La Vista non riusciva a spostare in avanti il baricentro del gioco della squadra. Inefficace, per la squadra di casa, risultava l'affidarsi alle intuizioni - non troppo illuminate - di Luigi Anaclerio che, nel tentativo di farsi perdonare l'errore dal dischetto, provava a perforare la difesa aretina con prevedibili serpentine, stoppate sempre a debita distanza dalla porta di Bressan.
La sterilità della supremazia territoriale dei pugliesi è ben sintetizzata dall'assenza sul taccuino di azioni offensive degne di nota: l'esperienza di Confalone e Di Donato a centrocampo e la prestanza fisica di Carrozzieri in difesa hanno disinnescato ogni minaccia.
Il fischio finale chiudeva una recita nella quale ancora una volta il Bari otteneva il massimo risultato con gli attori a disposizione (nella ripresa ha esordito in B anche il giovanissimo Belmonte, classe 87').

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400