Cerca

C’è  profumo di Final Eight nel match  Trenkwalder-Enel

di Franco De Simone 
Domenica, ore 18,15: al palaBigi di Reggio Emilia saranno di fronte la Trenkwalder di coach Massimiliano Menetti e l’Enel Basket di coach Piero Bucchi. Un match che s’annuncia importante per le due formazioni che lo scorso anno hanno dato vita ad uno stupendo campionato in LegaDue (1-1: 71-67 a Brindisi, 82-77 a Reggio Emilia)
C’è  profumo di Final Eight nel match  Trenkwalder-Enel
di Franco De Simone 

Domenica, ore 18,15: al palaBigi di Reggio Emilia saranno di fronte la Trenkwalder di coach Massimiliano Menetti e l’Enel Basket di coach Piero Bucchi. Un match che s’annuncia importante per le due formazioni che lo scorso anno hanno dato vita ad uno stupendo campionato in LegaDue (1-1: 71-67 a Brindisi, 82-77 a Reggio Emilia). Si ritroveranno e, per come il match s’annuncia, in entrambi i quintetti ci sarà lo stesso spirito che ha animato le vecchie sfide. Solo che questa volta, l’obiettivo potrebbe essere la qualificazione per le Final Eight, meta a cui guardano (senza però confessarlo e guai a dirlo) probabilmente entrambi i coach. Perché in definitiva, sarebbe un bel traguardo per le due società che saluterebbero degnamente il ritorno nella Lega A. 

A Reggio Emilia, dove vantano il miglior rimbalzista della Lega A, Greg Brunner (9.3 r.), torna a giocare Robert Fultz. Il «prezioso» play ora nell’Enel Basket ma che ha vissuto tre stagioni anche nella città emiliana. Brindisi ha imparato a stimare l’esperto e saggio regista al quale Bucchi s’affida per dare fiato a Jonathan Gibson (miglior realizzatore 19.7 punti gara) o Scottie Reynolds, compito che il portoghese di nascita svolge con molta intelligenza. Brindisi sa bene che la gara di domenica riserva molte difficoltà. Coach Menetti, nonostante la battuta d’arresto dell’ultimo turno (giocava con la capolista Cimberio Varese) ha dimostrato di aver saputo trovare la quadratura del cerchio. Basti dire che è la difesa aggressiva, il biglietto da visita che il quintetto reggiano agita sotto il naso degli avversari. Non nascondendo, allo stesso tempo, che anche in attacco la Trenkwalder ha buoni talenti (Donell Taylor è terzo nella classifica punti gara con 18.2). Inoltre, così come la Sidigas Avellino, anche Reggio, nell’allestire il roster ha scelto la formula dei dodici (3+4+5) giocatori. Si converrà, quindi, che per Menetti la gestione di sette strangers agevolerà il compito. E fin quando questa sorta di discrepanza continuerà ad esserci per le società che scelgono l’altra formula (5+5) saranno sempre scontri difficili da gestire. 

Ad ogni modo, l’Enel Basket sa che sarà una gara molto difficile. Sa, però, che passare indenni sul parquet del palaBigi potrebbe dare una svolta molto significativa al suo campionato. Coach Bucchi dovrebbe poter contare sul «dieci» al completo, avendo anche recuperato Scottie Reynolds che all’inizio della settimana si era fermato per un acciacco al ginocchio. La partenza per Reggio Emilia è fissata per domani pomeriggio con un volo della Ryan Air (diretto Brindisi-Bologna). 

LA CLASSIFICA
Varese 18; Sassari e Siena 14; Cantù 12; Trenkwalder, Bologna, Roma e Milano 10; Brindisi e Caserta 8; Biella, Avellino e Venezia 6; Cremona, Pesaro e Montegranaro 4. 

PROSSIMO TURNO
Domenica ore 18.15
Bologna-Pesaro; Cremona-Venezia; Montegranaro -Biella; Caserta-Cantù; Trenkwalder-Brindisi; Roma-Varese; Milano-Sassari; Siena-Avellino. 

LE GARE IN TV 
Domenica su La7 e Sportitalia 2: alle ore 12, Roma-Varese; su Rai Sport 1 alle ore 20, Milano-Sassari; lunedì alle ore 20,30, su Rai Sport 1 Siena-Avellino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400