Cerca

Bari capitale della pesistica del Mediterraneo

Il 2 dicembre nascerà in Puglia la Confederazione tra 18 Stati, primo organismo a riunire tre continenti. Ai vertici anche i dirigenti baresi Lo Buono e Barbone. A coronare l'evento, il 3 dicembre i campioni della pesistica saranno impegnati al PalaMartino nella "Coppa del Mediterraneo"
BARI - Nuovo grande risultato politico per lo sport pugliese. Bari, infatti, sta per assurgere a capitale della pesistica del Mediterraneo, grazie a un doppio evento: il 2 dicembre, proprio il capoluogo pugliese vedrà la nascita della Confederazione del Mediterraneo, primo organismo intercontinentale di settore, con 18 Paesi aderenti fra Europa, Africa e Asia; a coronare l'evento, il 3 dicembre, spazio ai campioni, con il Gotha della pesistica espressa sulle rive del Mare Nostrum impegnato al PalaMartino nella "Coppa del Mediterraneo". Insomma, in qualche modo, riappare l'onda lunga dei Giochi di Bari '97.
Si comincia dunque venerdì 2 dicembre, alle ore 18 all'Hotel Barion, la costituzione della Confederazione del Mediterraneo. Alla presenza di un notaio, in rispetto del diritto internazionale, firmeranno i presidenti federali di 18 nazioni: Italia - rappresentata dal presidente Antonio Urso -, Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Cipro, Egitto, Francia, Israele, Libia, Malta, Marocco, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Siria, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia. Alla cerimonia sarà presente anche il presidente delle Federazioni Europea, Waldemar Baszanosky.
La nuova Federazione Intercontinentale (Europa, Asia, Africa) prevede in statuto vari obiettivi, tra cui la promozione, l'organizzazione, lo sviluppo e la diffusione delle attività del sollevamento pesi nel bacino del Mediterraneo; la promozione dello spirito di amicizia e di collaborazione fra gli sportivi residenti nei Paesi del Mediterraneo; la creazione di nuovi eventi sportivi al fine di creare un circuito di gare amichevoli tra i Paesi del Mediterraneo, fra cui l'appuntamento annuale "La Notte dei Campioni del Mediterraneo"; la creazione della Scuola Internazionale dello Sport; la diffusione, attraverso momenti sportivi, dello spirito di uguaglianza e fratellanza tra i vari popoli aventi diverse religioni.
Per la presidenza pare ormai favorito l'egiziano Mohamed Ibrahem. L'Italia candida il consigliere federale Maurizio Lo Buono, barese, alla carica di segretario generale. Michele Barbone, barese anche lui, componente della Giunta nazionale Coni e presidente della Scuola Regionale dello Sport - Puglia, sarà invece direttore della Scuola Internazionale dello Sport. La sede legale della Confederazione sarà a Roma mentre quella operativa sarà a Bari, presso la sede del Coni Puglia (via Pende 23).
Il giorno dopo, spazio ai campioni dell'alzata. Sabato 3 dicembre, infatti, al PalaMartino ci sarà la "Coppa del Mediterraneo". Dieci le rappresentative in gara, formate dai quattro migliori atleti nazionali (tre uomini e una donna). Per l'Italia, anche il barese Giuseppe Alessandro Ficco, nel 2005 eletto in assoluto - cioè fra le 15 categorie esistenti - l'uomo più forte d'Italia (tabella Sinclair), nonché campione italiano da vari anni. Altri componenti della nazionale sono Giovanna D'Alessandro, Davide Compagnino e Moreno Boer.
Gareggerà anche una selezione tutta pugliese, formata da Vito Dellino, Domenico Faccilongo, dell'Angiulli Bari, Emanuele Greco e Maria Grazia Alemanno del Body Line Copertino, tutti campioni italiani 2005 nella propria categoria.
In generale, in Puglia si esibiranno alcuni tra gli atleti più forti del Mediterraneo e del mondo. Non a caso l'evento sarà trasmesso in differita su Sport Italia, Eurosport, La7, UnoSat-Sky (canale 862).
La gara prevede due turni: dalle 10 alle 17 saranno in pedana il primo gruppo uomini e le donne; dalle 17, il secondo gruppo uomini e, a seguire, la Notte dei Campioni con i migliori 10 atleti del Mediterraneo.
Per la gara sarà applicato un regolamento basato sulla tabella di Roy Sinclair, scientificamente riconosciuta a livello mondiale, che compara i pesi sollevati da un atleta di peso corporeo di 50 kg. a quelli sollevati da un atleta che pesa 120 kg. Dunque, non sarà una gara classica con le categorie di peso in cui ci si confronta solo con gli atleti della propria categoria, ma una sorta di "tutti contro tutti": vince solo il più forte, calcolato con la tabella Sinclair.
La due giorni sportiva è patrocinata dalla Presidenza della Repubblica Italiana, dallo Stato Maggiore della Difesa, dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Bari, dal Comune di Bari e dalla Fiera del Levante.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400