Cerca

Il Basket Ceglie conquista il comando

di Tommaso Vetrugno
Colpo grosso della Basket Ceglie che supera in esterno la Tecnomedica Bari (77-81) e balza in vetta solitaria nel campionato di serie C regionale. Nella giornata, la nona, che si rivela avara per le compagini brindisine emergere quest’acuto dei ragazzi di coach Slavko Dyukic che si scrollano di dosso la pressione della diretta concorrente Udas Cerignola, uscita sconfitta nella trasferta di Ruvo (85-61), per guardare tutti dall’alto in basso
Il Basket Ceglie conquista il comando
di Tommaso Vetrugno

Colpo grosso della Basket Ceglie che supera in esterno la Tecnomedica Bari (77-81) e balza in vetta solitaria nel campionato di serie C regionale. Nella giornata, la nona, che si rivela avara per le compagini brindisine emergere quest’acuto dei ragazzi di coach Slavko Dyukic che si scrollano di dosso la pressione della diretta concorrente Udas Cerignola, uscita sconfitta nella trasferta di Ruvo (85-61), per guardare tutti dall’alto in basso. Una vittoria merita per il playmaker Sergio Rubino e compagni al termine di una partita giocata sempre in vantaggio, fatta eccezione per il terzo quarto chiuso a favore dei locali per una sola lunghezza. Sugli scudi per la Basket Ceglie sono finiti Cristian Santoro e Damiano Faggiano, capaci di concretizzare in avanti la grossa mole di gioco sviluppata. Si lecca le ferite la Basket Fasano che ha pagato dazio sul campo della New basket Lecce (78-67), uscendo battuta al cospetto della giovane formazione allenata da coach Roberta Schialpi. Ai brindisini non basta un buon avvio di gara per avere ragione dei padroni di casa. Infatti la reazione dei salentini è veemente con un ritorno di fiamma nel secondo parziale che permette di andare al riposo lungo con un vantaggio di 5 punti. Nella ripresa la musica non cambia con il solo Vincenzo Persichella, a referto con un 16 punti, il più attivo a cercare di spronare una squadra che si è piegata sotto i colpi dei padroni di casa, con in testa l’ex Carlos Alberto Sordi (19 punti). Una battuta d’arresto che fa scivolare verso il fondo i fasanesi che, comunque, devono recuperare la sfida con il Trani, un altro scontro diretto salvezza. Giornata da dimenticare per le altre brindisine con la Eagles Brindisi che ha ceduto la posta in casa contro un’arcigna formazione della Cassano Santeramo (83-90). Per i ragazzi di coach Tonino Bray salgono a 3 le sconfitte di fila per una classifica che inizia a prendere la via verso il basso. Spostandoci all’impegno della Poseidone Assi Brindisi emerge un’altra battuta d’arresto, questa volta esterna sul parquet della Fortis basket Trani (85-61). Per concludere gli eventi nostrani della nona giornata l’Invicta Brindisi ospiterà domani, Palazzetto Melfi alle ore 20, la Bari college in un posticipo serale infrasettimanale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400