Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:24

Bentornata, Ilaria

MAGLIE - Ilaria Barbaro è tornata in campo sabato scorso, con la casacca della Betitaly Maglie, nella partita casalinga contro il Casoli, duecentocinquantanove giorni dopo il grave infortunio subito il 10 marzo scorso, in occasione della gara interna disputata contro l’Isernia. Il coach Tonino Solombrino ha gettato nella mischia la schiacciatrice originaria di Lucera nelle battute finali del terzo ed ultimo set, in seconda linea. Il recupero di Ilaria Barbaro, infatti, dev’essere ancora completato, in quanto la giocatrice deve iniziare a saltare gradualmente
Bentornata, Ilaria
MAGLIE - Ilaria Barbaro è tornata in campo sabato scorso, con la casacca della Betitaly Maglie, nella partita casalinga contro il Casoli, duecentocinquantanove giorni dopo il grave infortunio subito il 10 marzo scorso, in occasione della gara interna disputata contro l’Isernia.
 
Il coach Tonino Solombrino ha gettato nella mischia la schiacciatrice originaria di Lucera nelle battute finali del terzo ed ultimo set, in seconda linea. Il recupero di Ilaria Barbaro, infatti, dev’essere ancora completato, in quanto la giocatrice deve iniziare a saltare gradualmente.
 
«Quando il nostro allenatore mi ha detto che toccava a me ho avvertito un’emozione fortissima – afferma la laterale della Betitaly, che è nata il 29 gennaio 1990 – Stare fuori quasi nove mesi è dura. Avere calcato di nuovo il parquet in un match ufficiale è stata una di liberazione, anche se dovrò ancora lavorare parecchio prima di essere pronta del tutto e prima di essere in grado di garantire un contributo di rilievo alla causa del Maglie. Il peggio, però, è alle spalle».
 
I responsabili della Betitaly ritenevano che il recupero potesse essere ultimato per settembre. «Purtroppo si sono registrati dei contrattempi – dice Ilaria Barbaro – In questi mesi di inattività forzata, durante i quali ho effettuato la rieducazione, ho avvertito sempre il grande sostegno dei dirigenti, dei componenti dello staff tecnico e delle compagne di squadra, che sabato scorso, al mio ritorno in campo, erano felici per me. Tutto l’ambiente mi ha fatto festa». «Il Maglie sta viaggiando a mille – conclude Barbaro – L’obiettivo è quello di lottare sino in fondo nei primissimi posti. Ne abbiamo i mezzi». [a.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione