Cerca

«Il Matera ha giocato con grinta e cuore»

di Nanni Veglia 
MATERA - Con una bella prova di forza, il Matera espugna anche il difficile campo di Pozzuoli e cala il poker di successi consecutivi. L’undici di Giancarlo Favarin si impone per 2-1, con una prestazione autoritaria e da grande squadra
«Il Matera ha giocato con grinta e cuore»
di Nanni Veglia 

MATERA - Con una bella prova di forza, il Matera espugna anche il difficile campo di Pozzuoli e cala il poker di successi consecutivi. L’undici di Giancarlo Favarin si impone per 2-1, con una prestazione autoritaria e da grande squadra. La gara si decide nel primo tempo, che vede un avvio arrembante dei biancazzurri, già in vantaggio al 9’ con un calcio di punizione di Michel Cruciani. Il raddoppio è questione di minuti e a siglarlo è il bomber Fabio Ceccarelli al 16’, con un tocco d’anticipo che batte il portiere avversario. I biancazzurri hanno la possibilità di segnare la terza rete almeno in cinque occasioni, ma subiscono il gol che riapre la gara prima dell’intervallo; nella ripresa, al di là di qualche sofferenza, la squadra controlla bene il risultato e torna a casa con tre punti di platino in otica corsa al vertice. 

«Siamo diventati una vera squadra - esordisce un soddisfatto mister Favarin a fine gara -. I ragazzi hanno giocato con grinta, cuore, determinazione, ed hanno avuto il migliore approccio alla gara. Siamo partiti benissimo, siglando subito due reti, e ne potevamo fare anche altri poi è normale che quando si sbaglia si subisce la reazione degli avversari, che nella ripresa ci hanno fatto un po’ soffrire. Però siamo rimasti compatti e abbiamo controllato bene il risultato: non posso che rivolgere i miei complimenti ai ragazzi, che hanno trovato i giusti equilibri e l’assetto ottimale di squadra». 

Favarin elogia l’inizio arrembante dei suoi, che hanno preso subito in mano le redini del gioco, ed al tempo stesso la capacità di gestire il risultato pur in una situazione non facile. «Siamo stati bravi ad incanalare la gara subito nella direzione che volevamo, e, pur mancando un po’ di concretezza in attacco, al momento giusto abbiamo tirato fuori la spada e conservato con il carattere un risultato per noi importantissimo», sottolinea il tecnico toscano, che adesso può seguire con serenità la partitissima di questo pomeriggio tra le battistrada Ischia e Gladiator. 

«Certamente guadagneremo qualche punto, almeno ad una delle due squadre. Comunque questo è un campionato mai chiuso, e così sarà fino alla fine. Sicuramente, essere più vicini alla vetta ci darà più fiducia e serenità nel prosieguo del nostro cammino”, conclude un soddisfatto Favarin.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400