Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 22:51

Al Brindisi gli stipendi sono «congelati»

di Bruno Stasi
BRINDISI - «Ho deciso di congelare gli stipendi e di sbloccarli a condizione di non assistere più alle prestazioni svolte dalla squadra nelle ultime partite». L’amministratore unico della «Città di Brindisi», Roberto Galluzzo spiega così la sua presa di posizione nei confronti dei giocatori, che nelle ultime 6 gare di campionato hanno incassato 5 sconfitte e una vittoria, portando nella zona medio-bassa della classifica la «Città di Brindisi»
Al Brindisi gli stipendi sono «congelati»
di Bruno Stasi

BRINDISI - «Ho deciso di congelare gli stipendi e di sbloccarli a condizione di non assistere più alle prestazioni svolte dalla squadra nelle ultime partite». L’amministratore unico della «Città di Brindisi», Roberto Galluzzo spiega così la sua presa di posizione nei confronti dei giocatori, che nelle ultime 6 gare di campionato hanno incassato 5 sconfitte e una vittoria, portando nella zona medio-bassa della classifica la «Città di Brindisi». «Ho chiesto loro di darsi una regolata - aggiunge Galluzzo -. Non è più tollerabile che si assista ad un primo tempo dal livello tecnico molto alto, paragonabile a quello delle migliori formazioni del girone H della serie D, ed una seconda frazione di gara nella quale si smetta di giocare, ci si arrocchi nella propria area di rigore e si conceda, infine, all’avversario un vantaggio tale da compromettere il risultato finale. Se tale comportamento dovesse persistere, i giocatori non riceverebbero lo stipendio. Aggiungo che ciò accadrebbe al netto della sfortuna che ci sta perseguitando in questa fase. E alla constatazione che i giocatori lascino il campo dopo aver fatto di tutto per evitare la sconfitta. Insomma, gli stipendi saranno pagati alla scadenza concordata se vedrò il massimo impegno in campo di ciascuno dei nostri giocatori. E ciò a partire dalla gara di domani contro il Sant’Antonio Abate. Non è una misura punitiva, ma un invito a onorare gli impegni dei nostri giocatori nei confronti di società, tifosi e città».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione