Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 23:43

Energy Italia Potenza forti segnali di risveglio

di Giuseppe Alfano
La Energy Italia 01 Pz è tornata ad allenarsi dopo la bella prova di domenica scorsa in casa della Materdomini Castellana Grotte, squadra di tutto rispetto e sicuramente attrezzata per competere per le posizioni di alta classifica. Coach Marolda e i suoi ragazzi devono, però, fare i conti ancora una volta con una sconfitta maturata al tie-break ma sicuramente diversa dalle altre nei propri contenuti
Energy Italia Potenza forti segnali di risveglio
di Giuseppe Alfano
 
La Energy Italia 01 Pz è tornata ad allenarsi dopo la bella prova di domenica scorsa in casa della Materdomini Castellana Grotte, squadra di tutto rispetto e sicuramente attrezzata per competere per le posizioni di alta classifica. Coach Marolda e i suoi ragazzi devono, però, fare i conti ancora una volta con una sconfitta maturata al tie-break ma sicuramente diversa dalle altre nei propri contenuti. La Virtus esce a testa altissima dalla trasferta pugliese avendo giocato alla pari e forse anche meglio contro avversari di grande spessore e in un palazzetto davvero ostico. Lo staff potentino non ama crearsi degli alibi ed evita sempre di parlare di sfortuna ma in questa circostanza davvero poco sarebbe servito, soprattutto nel primo e nel terzo set, per far andare le cose diversamente. La capacità di reagire della squadra dinanzi alle difficoltà è piaciuta molto a Marolda ma allo stesso tempo lascia perplessi il solito approccio sbagliato alla gara e la partenza lenta nel quinto set. Nuzzo e compagni alla lunga sono stati costretti a pagare a duro prezzo l’inizio catastrofico (2-8) che li ha poi costretti a una grande rimonta che solo per un pelo non si è concretizzata nel primo parziale. Adesso arriva un periodo particolare per la squadra del capoluogo che nel prossimo fine settimana sarà costretta a riposare e a rimanere spettatrice della giornata di campionato. Da una parte il riposo forzato non consentirà ai potentini di tornare subito sul campo per un immediato rilancio sportivo mentre dall’altra questi quindici giorni daranno a tutti la possibilità di lavorare senza troppe pressioni. La Virtus, sconfitta a Castellana Grotte, è uscita dal campo ferita ma consapevole di potersela giocare con chiunque.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione