Cerca

Casarano, la «fatal» Martina

CASARANO - Il campo del Martina si è confermato tabù per il Casarano che, nella trasferta in valle d’Itria, ha perso il treno per i play off del torneo di serie B-2 nello scorso campionato, mentre domenica scorsa ha subito una sconfitta amarissima nel campionato di B-1. Non solo, infatti, Pasquale Parisi e compagni si sono arresi con il massimo scarto, ma lo hanno fatto contro un team privo del laterale Luca Lo Re, il proprio uomo-chiave
Casarano, la «fatal» Martina
CASARANO - Il campo del Martina si è confermato tabù per il Casarano che, nella trasferta in valle d’Itria, ha perso il treno per i play off del torneo di serie B-2 nello scorso campionato, mentre domenica scorsa ha subito una sconfitta amarissima nel campionato di B-1.
Non solo, infatti, Pasquale Parisi e compagni si sono arresi con il massimo scarto, ma lo hanno fatto contro un team privo del laterale Luca Lo Re, il proprio uomo-chiave. Adesso, in seno al club presieduto da Maria Enza Ratta si guarda alla prossima sfida interna contro il Monterotondo (nella quale si troveranno di fronte due delle tre squadre seconde in classifica) come ad un match nel quale voltare pagina, almeno sul piano della prestazione, dopo la batosta subita a Martina. 

«Quello accusato in valle d’Itria è stato uno stop con poche attenuanti – sostiene il coach Fabrizio Licchelli – Per cinque partite la nostra forza è stata quella di essere squadra, mentre domenica scorsa siamo mancati sotto questo profilo. Paradossalmente, l’assenza di Lo Re tra gli avversari ci ha probabilmente penalizzati. Abbiamo dato l’impressione di scendere in campo con la convinzione che, senza di lui, il Martina sarebbe stato poca cosa. Sul parquet, invece, abbiamo steccato. C’è stata poca lucidità e scarsa efficacia in attacco e non ha funzionato la correlazione muro-difesa – aggiunge Licchelli – Ora dobbiamo ritrovare certezze. Il Monterotondo, che ci farà visita nella settima giornata, è una delle compagini meglio attrezzate del girone a livello tecnico-tattico, ma soprattutto delle potenzialità atletiche. Per fare una degna figura servirà ben altro Casarano rispetto a quello che è franato a Martina». [a.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400