Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:54

Lecce, ascolta Tesoro «Programmi rispettati»

di MARCO SECLI'
SQUINZANO - Antonio Tesoro rasserena gli animi e rilancia il Lecce: «I nostri risultati sono in linea con gli obiettivi, anzi forse stanno superando le aspettative. Non siamo il Real Madrid né il Barcellona e la sconfitta prima o poi doveva arrivare. Meglio che sia successo a Lumezzane, poiché avvertivo qualche segnale di rilassamento: adesso pensiamo solo a riprendere il cammino, a partire da domenica con la Reggiana». Fuori piove, ma l’amministratore delegato e responsabile dell’area tecnica spazza via le nubi che si sono addensate sul Lecce dopo il ko di Lumezzane
Lecce, ascolta Tesoro «Programmi rispettati»
di Marco Seclì

SQUINZANO - Antonio Tesoro rasserena gli animi e rilancia il Lecce: «I nostri risultati sono in linea con gli obiettivi, anzi forse stanno superando le aspettative. Non siamo il Real Madrid né il Barcellona e la sconfitta prima o poi doveva arrivare. Meglio che sia successo a Lumezzane, poiché avvertivo qualche segnale di rilassamento: adesso pensiamo solo a riprendere il cammino, a partire da domenica con la Reggiana».

Fuori piove, ma l’amministratore delegato e responsabile dell’area tecnica spazza via le nubi che si sono addensate sul Lecce dopo il ko di Lumezzane. Le critiche del patron Savino a tecnico e squadra? «Uno sfogo a caldo dettato dal carattere passionale di mio padre e dalla delusione per la brutta sconfitta. Ma con mister Lerda andiamo d’amore e d’accordo. Non è saldo, di più: è al centro del nostro progetto e lo sarà anche nei prossimi anni. Così come i rilievi alla squadra non significano mancanza di fiducia da parte della società, che anzi resta convinta delle grandi doti tecniche e professionali di questo gruppo».

Parole che Antonio Tesoro ripeterà personalmente ai giocatori invitandoli a mantenere «la serenità e l’entusiasmo dimostrati finora, visto che non è successo nulla di drammatico». Anche perché il Carpi non ha approfittato a pieno dello scivolone di Lumezzane e della successiva pausa, rosicchiando un solo punto alla capolista. «Conserviamo 5 punti di vantaggio - riflette Tesoro - e dobbiamo difenderli con le unghie e con i denti per arrivare, fra quattro turni, ad affrontare con serenità lo scontro diretto a Carpi».

La difesa, però, continua a subire troppi gol. Ferrario, rimasto fin qui ai margini, potrebbe tornare comodo. «È stato frenato dalla vicenda calcioscommesse e da qualche problema fisico - specifica l’ad - ma ora è abile e arruolabile».

A margine, Tesoro ha comunicato che il nuovo sito ufficiale dell’Us Lecce sarà in funzione «fra 15 giorni circa», dopo i problemi sorti con la società che gestiva il vecchio portale, poi «cancellato». Stamattina allenamento a Squinzano. Ieri, alla ripresa, differenziato per Tomi, che a Lumezzane aveva rimediato una distorsione alla caviglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione