Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 06:37

La Junior Fasano non rallenta è come un rullo sul campionato

di Tommaso Vetrugno
FASANO - La capolista Junior Fasano non rallenta la marcia e continua a dominare il campionato di serie A Prima divisione, girone C, di pallamano maschile. L’ultima affermazione piena è arrivata nella sfida interna contro la Geoter Gaeta (40-17) con un risultato rotondo che fotografa a pieno quanto è andato in scena
La Junior Fasano non rallenta è come un rullo sul campionato
di Tommaso Vetrugno

FASANO - La capolista Junior Fasano non rallenta la marcia e continua a dominare il campionato di serie A Prima divisione, girone C, di pallamano maschile. L’ultima affermazione piena è arrivata nella sfida interna contro la Geoter Gaeta (40-17) con un risultato rotondo che fotografa a pieno quanto è andato in scena. I biancazzurri del tecnico Francesco Ancona mettono a segno l’ottava vittoria di fila, allungando il filotto di vittorie consecutive che perdura fin dall’inizio della stagione. Contro i laziali sono bastati pochi minuti di gara per stabilire gli equilibri in campo con i padroni di casa che hanno imposto da subito il proprio gioco andando al riposo già con la vittoria ipotecata (18-8). Nella ripresa il tecnico ha dato spazio a tutta la panca con i giovani del vivaio che si sono messi in bella mostra dimostrando come la rosa sia valida anche nei cosiddetti rincalzi. Riposo precauzionale per il pivot Umberto Giannoccaro, come previsto alla vigilia, per il resto la squadra non ha avuto particolari problemi per superare l’ostacolo. Per la cronaca sono andati a segno tutti i giocatori convocati per la partita, fatta la doverosa eccezione per i portieri.
«Una gara facile – afferma il tecnico – dove il principale pericolo poteva essere una nostra disattenzione nel gestire l’evento. Questo non è accaduto ed alla fine abbiamo raccolto una vittoria che si commenta a pieno con il risultato maturato».
Sugli scudi è finito l’operato dei giovani con un particolare riferimento a Vito Claudio Marino che ha saputo colmare a pieno l’assenza di Giannoccaro. Per il resto il top score è stato Leo De Santis con 6 reti, seguito a ruota da giovani atleti del calibro di Andrea Ostuni e Marco Pignatelli.
«Restiamo sempre umili – conclude il tecnico – perché il campionato è lungo e sarebbe un peccato regalare vantaggi inattesi agli avversari. Andiamo avanti al massimo della concentrazione e poi tireremo le somme per quanto riguarda la fase nazionale».
Grande euforia sugli spalti del Palazizzi per una stagione che potrebbe regalare il tanto inseguito scudetto, ma il cammino è ancora lungo perché per regolamento ci sono le fasi nazionali con gli incroci tra le formazioni degli altri gironi. Nel prossimo turno arriva una nuova sfida, questa volta in trasferta contro la Lazio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione