Cerca

Calcio / Serie A - Sabato sera Milan - Lecce

Dalle 20.30 al "Meazza" la partita d'anticipo della 13ª giornata del campionato. Per la squadra salentina, l'allenatore Baldini punta sul "tridente" Vucinic - Konan - Valdes. I rossoneri recuperano Gattuso (ma forse in panchina); fuori Kakà, Kaladze e Cafu, fermi per infortuni • La classifica
Domani sera, sabato 26 novembre, allo stadio "Meazza" di Milano si giocherà la partita Milan - Lecce, anticipo della 13ª giornata del campionato di serie A.

LECCE - Il Lecce si presenta al Meazza domani sera contro il Milan con un attacco a tre punte e un ritrovato Vucinic. I giallorossi si sono allenati questo pomeriggio sul campo di Trezzano dove si erano trasferiti da giovedì. L'attenzione dell'allenatore Baldini è stata rivolta soprattutto a Valdes che, infortunatosi domenica contro il Siena, ha registrato un miracoloso recupero e andrà in campo. Completa la terna d'attacco Konan.
Il tecnico infatti ha sciolto le ultime riserve comunicando che al Meazza presenterà la stessa squadra che domenica scorsa ha avuto ragione del Siena.
A confortare la tenue speranza dei leccesi di uscire imbattuti dal Meazza ci sono due episodi: un successo imprevisto colto nel '97-'98 e una vittoria conquistata da Baldini con l'Empoli.

Rino Gattuso MILANO - La buona notizia è che Gattuso è convocato, anche se probabilmente si accomoderà in panchina. Contro il Lecce non ci saranno invece Kakà, Kaladze e Cafu fermi per infortuni leggeri ma non recuperabili nei tempi stretti imposti dal calendario.
Al Meazza, arriva una squadra apparsa in crescita nello scorso turno e Ancelotti non vuole sottovalutare una sfida comunque delicata: «Dobbiamo stare attenti - ha ammonito il tecnico rossonero - il Lecce è una squadra molto veloce, davanti ha giocatori in forma come Konan e Vucinic. Visto che dovremo attaccare, dovremo stare anche molto attenti a recuperare perchè loro ripartono in velocità».
Ancelotti ha quindi speso parole rassicuranti sulle condizioni del ginocchio di Gattuso («A Istanbul è uscito per scelta tecnica, domani potrebbe anche giocare»), mentre non sono stati convocati Kakà (contusione alla cresta iliaca), Kaladze (botta al ginocchio durante l'allenamento di rifinitura), Cafu e l'infortunato di lunga data Ambrosini.
Al posto del brasiliano è probabile la riconferma di Simic: «A Istanbul, è stato preciso in tutta la partita ed è stato molto bravo. Mi ha colpito la sua personalità» ha affermato Ancelotti. Complimenti al croato sono arrivati anche da Galliani: «Simic Ha fatto una grande partita, sapevo di non aver fatto un errore in estate a credere in lui. Inutile guardarsi tanto intorno quando hai in casa giocatori di valore: anche per il prossimo anno farà parte dei nostri difensori».
Scatenato sul mercato, il vicepresidente rossonero ha escluso però un possibile arrivo di Cassano a gennaio: « Avere cinque punte sarebbe impensabile. Uno scambio tra Vieri e Cassano? Questa per me è una novità. E comunque Vieri sarà con noi anche l'anno prossimo. Sono certo che tornerà a segnare con regolarità». L'attaccante peraltro, pur con qualche problema agli adduttori, è stato comunque convocato anche se Inzaghi è il favorito per il posto di fianco a Shevchenko: «Non ho ancora deciso la coppia d'attacco», si è limitato a dire Ancelotti, che ha speso parole importanti sull'ucraino: «Dal punto di vista estetico, Van Basten accontentava di più l'occhio, Shevchenko è un finalizzatore eccezionale, forse più di Marco. Anche nelle partite in cui non è in forma, se gli capita l'occasione, non la fallisce».
Ma il Milan non ha nemmeno il tempo di gustarsi la quaterna turca dell'ucraino che deve subito ributtarsi in clima campionato, dove c'è da cancellare la sconfitta del Franchi: «La vittoria di Istanbul ha dimostrato una volta di più come quello di Firenze sia stato un episodio, che deve essere però inserito in un periodo molto buono, in cui la sconfitta è stata preceduta da otto vittorie e seguita da quella contro il Fenerbahce». Ancelotti difende comunque l'operato dei suoi anche contro la Fiorentina: «Abbiamo mostrato qualità di gioco, anche se abbiamo toppato in quanto a disattenzione. Per il resto la squadra sta giocando bene, con continuità». Promosso il Milan di Firenze anche da Galliani: «Ribadisco che a me la squadra contro la Fiorentina è piaciuta».
Oltre a Simic, in difesa dovrebbero esserci Stam al posto di uno dei due centrali titolari e Serginho. A centrocampo, Seedorf giocherà a destra e Jankulovski a sinistra, mentre Rui Costa prenderà il posto di Kakà.
Infine, un commento sul tifo laziale di Collina: «È sempre stato al di sopra di ogni sospetto». La maledetta partita di Perugia che regalò lo scudetto alla Lazio è definitivamente archiviata. Forse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400