Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 03:36

Foggia, il giudice duro Il derby con il Brindisi si tiene a porte chiuse

di RAFFAELE FIORELLA 
Stangata del giudice sportivo ai danni del Foggia. Ieri pomeriggio, il club rossonero è stato pesantemente punito sulla scorta del referto che l’arbitro Fabio Schirru della sezione di Nichelino ha compilato al termine della partita di Pozzuoli. Alla società rossonera sono state comminati duemila euro di ammenda e l’obbligo di disputare a porte chiuse la gara casalinga di domenica col Brindisi, «per avere propri sostenitori – si legge nel comunicato pubblicato dalla Lega - lanciato contro uno degli assistenti arbitrali una bottiglietta»
IL COMMENTO di Massimo Levantaci
Foggia, il giudice duro Il derby con il Brindisi si tiene a porte chiuse
di RAFFAELE FIORELLA 

Stangata del giudice sportivo ai danni del Foggia. Ieri pomeriggio, il club rossonero è stato pesantemente punito sulla scorta del referto che l’arbitro Fabio Schirru della sezione di Nichelino ha compilato al termine della partita di Pozzuoli. Alla società rossonera sono state comminati duemila euro di ammenda e l’obbligo di disputare a porte chiuse la gara casalinga di domenica col Brindisi, «per avere propri sostenitori – si legge nel comunicato pubblicato dalla Lega - lanciato contro uno degli assistenti arbitrali una bottiglietta di piccolo alcolico che lo attingeva alla schiena cagionandogli intensa sensazione dolorifica, nonché due tappi di bottiglia che colpivano il medesimo assistente alla testa e una bottiglia piena d’acqua che cadeva a poca distanza dall’ufficiale di gara». 
Mano pesante anche sulla squadra: due giornate di stop sia per il capitano Agnelli che per l’esterno d’attacco Ferrante «per aver rivolto, al termine della gara, espressione offensiva all’indirizzo di un assistente arbitrale». 

Domenica, infine, niente derby anche per il difensore Esposito, squalificato per un turno per recidività in ammonizione. Entra invece in diffida il difensore Villani, ammonito a Pozzuoli in occasione dell’intervento in area su Lepre sembrato chiaramente sulla palla e giudicato invece da rigore dall’arbitro, coadiuvato nella direzione di gara dai guardalinee Domenico Campitelli e Giovanni Pellilli, entrambi di Termoli. Per la Puteolana 1500 euro di multa «per avere propri sostenitori, nel corso del secondo tempo, lanciato sul campo una bomba carta di notevole potenza e per aver introdotto e utilizzato, nel settore a loro riservato, un bengala e cinque fumogeni».

L’Acd Foggia, oggi, presenterà ricorso, allegando al reclamo un filmato della partita. «Siamo molto arrabbiati – dichiara il direttore generale Sario Masi -. Sono provvedimenti fondati su una ricostruzione dei fatti che non corrisponde alla realtà. A Pozzuoli noi dirigenti abbiamo seguito la partita dallo stesso settore riservato ai nostri tifosi e non c’è stato alcun lancio di oggetti verso il guardalinee, che mai, durante la gara, ha richiamato l’attenzione dell’arbitro o richiesto le cure dei sanitari. A questo punto devo pensare che c’è un pregiudizio nei confronti del Foggia e dei suoi tifosi, che finora hanno sbagliato solo nella prima partita a Santa Maria Capua Vetere e non possono continuare ad essere penalizzati per tutta la stagione a causa di quelle intemperanze».

Il Foggia era stato costretto a giocare già due incontri a porte chiuse, a settembre, contro il Francavilla in Sinni ed il Trani, a causa dell’inagibilità dello Zaccheria. Intanto, la squadra prosegue la preparazione in vista del derby. 

DUE GIOCATORI IN PROVA - Oggi test in famiglia sul campo dell’aeroporto militare di Amendola. In prova il portiere sanseverese ex Campobasso Luigi Splendido (classe ’92) e l’attaccante ex Manfredonia Matteo Triggiani (’92). Il Brindisi, domenica, non potrà contare sul difensore Frasciello, fermato per un turno dal giudice sportivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione